Tutto è puro per i Puri

 … per lo “spasso” di chi rifila un fondo di bottiglia per un brillante, si convince di possedere biglietti illimitati per le giostre o le chiavi di una porta da riaprire anche se chiusa.
Il puro ha gli occhi annebbiati e il cuore terso, vede il riflesso di quel che lui è negli occhi di un altro, anche in quelli del peggiore dei teatranti, e non di rado viene etichettato “fesso”.
Ha braccia tese e pugni aperti, sorride e spende ciò che ha, nell’anima o in sostanza, senza egoismo, lasciando in coda alla fila, sempre e solo, se stesso.
Il puro crede nei sogni, nel domani, nell’essere sinceri a tutti i costi, nel vivere di sole e mai nell’ombra.
È cristallino, come i suoi pensieri, le sue azioni, cade e si rialza, pensando che nel piangere si rigenera la forza.
Il puro ha una sola parola e non tradisce una promessa, perdona ma non scorda.
Di “fesso” non ha nulla e, nel profondo, sa provare tenerezza, per quello sguardo “stolto” che lo attraversa, senza riuscire a cogliere una sola sfumatura della sua essenza.
Tutto è puro per i puri!
Serena notte …
– Carla –