La Sfida di “Luca” si ripete …

https://langolinodellacultura.wordpress.com/2021/03/04/la-seconda-sfida/comment-page-1/#comment-6214
Mi chiedo se anche Lucinda non sia desiderosa di sbottonarsi con qualcuno…
Chi è Lucinda? E chi è la persona che sta pensando a lei? Esiste una relazione tra le due persone? Divertitevi a scrivere quello che vi passa per la mente! La sfida terminerà domenica 21 marzo.Forza gente, sbizzarritevi!

L’aveva chiamata sei volte, per due giorni consecutivi, sentendo il telefono squillare a vuoto e attivarsi la segreteria.
L’impressione era che volesse far arrivare un messaggio, chiaro ed univoco – Non rompetemi le scatole! –
Visualizzava i messaggi WhatsApp e, come per le chiamate, restituiva il silenzio.
Tra i pensieri di Ludovico girava, senza sosta, un solo interrogativo … – Mi chiedo se anche Lucinda non sia desiderosa di sbottonarsi con qualcuno, come fanno tutti i comuni mortali, invece di isolarsi! –
Gli ostacoli, anche quelli ridicoli, per lei, negli ultimi tempi, avevano una sola reazione, la fuga!
Aver trascorso otto anni insieme ad un uomo che l’amava ancora, che le aveva giurato, nonostante tutto, di esserci sempre, evidentemente, non le bastava.
Ludovico c’era e ci sarebbe sempre stato, sicuramente pensava questo, con quella dose di egoismo che si faceva ancor più presente e pesante.
Sarebbe ricomparsa allo stremo delle forze?
Quando l’acqua sfiora il mento e ti senti in balia della più aggressiva delle tempeste?
Probabile, giacché le andava sempre di lusso e con lui ritrovava, senza eccezione, un sorriso pronto ad accoglierla.
Stavolta, però, la situazione aveva preso un’altra direzione, meno morbida, data da una madre stanca di coprire i segreti di sua figlia che, aggrappata al suo orsetto, si rifiutava di crescere.
Anna, decisa a togliersi ogni dubbio, a capire cosa e quanto Ludovico sapesse, lo invitò a cena.
– Da quanto non la senti? – gli domandò la donna.
– Da quattro giorni. Fino a ieri ho cercato di contattarla, ora basta! Se vorrà mi cercherà lei, tu invece? –
– Da più di una settimana, ma con me si fa viva meno che con te, è sempre stato cosi. Hai un’idea di dove sia andata? –
– Può lavorare in remoto, quindi può essersi recata ovunque, non ha problemi a spostarsi! –
– Ludo, c’è qualcosa che non mi avete mai detto? –
Il ragazzo la guardò, sorpreso, non capendo a cosa potesse mai riferirsi.
– Non abbiamo segreti, almeno io non li ho e se lei ne avesse qualcuno, in dieci anni che la frequento, non pensi che me ne sarei accorto? –
Anna s’alzò dalla sedia, si avvicinò al mobilino d’ingresso e da una scatolina di coccio, posata su una mensolina, tirò fuori un bigliettino accartocciato.
– L’ho trovato nel cestino che tengo in bagno, quello dove getto i dischetti usati, quando mi strucco.
– Di cosa si tratta? –
– Non lo so, dimmelo tu, se n’è liberata lei e, dal momento che non mi risponde, non ho potuto chiederle spiegazioni –

Caro Luca, il gioco passa nelle tue mani e in quelle di chiunque abbia voglia di passare da una sfida all’altra …
Cosa c’è scritto nel pezzettino di carta?
Quale segreto, Ludovico e Anna, pensano possa nascondersi dietro il silenzio e l’allontanamento volontario di Lucinda?
Buona serata …
– Carla –

Un pensiero su “La Sfida di “Luca” si ripete …

  1. Ciao Carla, interessante il tuo racconto, anche se mi sono perso un attimo proprio sul finale; nei prossimi giorni cerco di dargli un’occhiata più a fondo. 😉

I commenti sono chiusi.