I puntini sulle “i” …

Eravamo un’isola “felice”, quando quest’incubo semina morte è iniziato … pochi casi di Covid 19.
– Nessuno è stato capace di frenare la fuga dalle zone a rischio, verso le regioni “salve” e la mia terra è una di quelle prese d’assalto pre-chiusura dell’intero Paese.
– Siamo stati tutti “sgabbiati”, senza distinzioni o criteri adeguati, e via mare o cielo, qui, è entrato ed uscito di tutto, con controlli approssimativi o totalmente inesistenti.
I filmati, su youtube, di sbarchi come se nulla fosse accaduto, nei mesi precedenti, non si contano e fanno, veramente, andare in bestia chi li guarda.
– Diversi sardi non sono stati capaci di ragionare, di limitarsi a vacanze isolane, senza recarsi in luoghi oltre confine italiano, dove “NON C’E’ COVIDI!”, si mai nei sogni bacati di chi baratta la salute collettiva con 4 serate pidocchiose da leone.
E senza controlli, chiaramente, porti a casa e spandi!!!
– Non c’è verso di arginare gli sbarchi, e qui basta una “zattera” per arrivare dalle coste africane più vicine al sud dell’isola.
Profughi giunti in spiaggia, mentre i bagnanti prendevano il sole, osservando il giusto distanziamento sociale.
Razzismo? Si scherza vero?
Personalmente non li voglio a casa mia e non perché neri, ma perché malati, perché portati in centri di accoglienza, dove l’abbandono della struttura e il girovagare dei soggetti non sono fantascienza.
Avevamo toccato quota zero, guarivano i contagiati e tutto sembrava destinato a rimanere una triste pagina di storia, ma ecco che arrivano i mesi di punta, luglio e agosto, e da puliti diventiamo una spugna.
Non siamo gli “Untori” ci avete UNTO!
Mi possono girare, fino al decollo, se leggo articoli in cui si chiede il tampone “in uscita” per non portare lo schifo nelle regioni o nazioni di provenienza?
Importare sì, esportare no?
Chiudete porti e aeroporti, lecchiamoci le ferite e cerchiamo di limitare i danni!
Oggi altri 44 casi, cosa bisogna aspettare?
Mi scuso per lo sfogo, ma sono satolla …
Buona cena.
– Carla –

15 pensieri su “I puntini sulle “i” …

  1. Ho un incazzo che non ti dico gioia.
    Da domani filmero’ e fotograferò Romani ,lombardi,veneti che si alternano dal 10 di luglio nel mio piccolo paese sulla costa nord orientale (a 20 min. da Olbia ,2 ore da Porto Torres e 3 da Cagliari)e vi faccio vedere che comportamento hanno e vi faccio sentire cosa dicono.
    Grazie Governatore e grazie politici dimmerda tutti siete delle creature immonde!!!!
    E che mi diano pure della stronza razzista!!!!
    PS.scusami ho reagito qui da te…forse non dovevo..

    • Il tuo pensiero è il mio, non sto a scrivere di quel che ho subito, se ho chiesto distanza e mascherina alta al supermercato.
      I commessi sono disperati e, spesso, diventano vigili urbani e cacciano fuori chi sta assembrato.
      Ma dico, a casa mia devo subire?
      Devo avere il terrore?
      Cacchio, distanza, non passate dritti davanti al disinfettante, mettete la mascherina come si deve e se state male tappatevi in casa, DA SOLI!

  2. Cara Carla, hai proprio ragione, questa è una situazione che fa stare in apprensioni tutti… no, aspetta, forse sto generalizzando troppo, perché c’è che ha a cuore la propria salute, e quella delle persone che gli stanno intorno (penso a chi vive a casa, insieme ai genitori, e prendendo lui/lei il virus, li espone al contagio); poi c’è chi prende tutto alla leggera, frequentanto pub, discoteche e movida varia (e qui penso alla generazione tra i 20 e i 30 anni). Insomma, che abbiano un po’ di rispetto per tuttti, e che collaborino anche loro alla salvaguardia del proprio Paese. Lo stesso dovrebbe dirsi di chi ha fatto le vacanze all’estero: la nostra Italia ha cosi tante perle tra le città, che in una situazione come questa, è stato proprio un azzardo andarsi a mettere nella tana del leone… sono senza parole!
    Ti abbraccio, Carla, sorellina cara… ❤
    Buonanotte. ❤

      • Mia cara Carla, non mi importa acunché se tu sia o meno alla mia altezza; se ti può consolare, neanche io penso di essere al livello di uno scrttrore/scrittrice che vende milioni di copie; te lo chiedevo giusto per il gusto di scrivere qualcosa, tanto per fare, senza troppe pretese…
        Buona Domenica, sorellina! ❤
        Ti voglio bene! ❤

  3. non ho fatto vacanze e sono già molto schifata dal comportamento che avviene da due mesi in città, dove comunque c’è troppo assembramento ovunque e troppa disinvoltura che relega le mascherine a coprigomiti (!!!) l’errore è stato nella fase tre che non doveva avvenire, ma per il dio denaro ci potrebbero raccontare qualsiasi cazzata, tanto il popolo bue segue ad occhi chiusi le direttive, incapace di ragionare con la propria testa… mi auguro di sbagliare le previsioni, ma questo comportamento irragionevole porterà a conseguenze nefaste i soliti disciplinati che stanno ancora seguendo le basilari norme di prevenzione e che dovranno dire Grazie (?!!) a chi se ne è sbattuto i coglioni a proprio vantaggio

    • Io in gabbia non ci voglio tornare, pretendo solo regole da rispettare, che fino ad ora sono solo per i responsabili e gli empatici. Vivo in una terra con poche strutture sanitarie adeguate e se si toccheranno i livelli del nord, dei mesi scorsi, qui saremo decimati. Il popolo sardo ha una percentuale di anziani, quasi centenari, elevata, pensi reggano alla batosta del covid? La provincia senza casi da tanto è solo quella di Oristano, qui al sud siamo vittime di arrivi con il barchino, nessuno li vede, a Sassari sono a 1011 casi. Siamo un milione di abitanti in tutto, la situazione sta precipitando.

      • le realtà di tanti piccoli comuni del nord sono simili alle vostre…si devono tutelare gli anziani che sono a contatto con nipoti e figli spesso irresponsabili che hanno scelto di fare ugualmente le vacanze e rientrando possono veicolare il contagio ( soprattutto in forma asintomatica)

      • Dio ci aiuti, io penso riprenderò a non entrare a casa di mamma senza mascherina! Se becca lei non la suoera con tutte le patologie che ha …

  4. Faccio parte dei giovani che oggi sono definiti gli untori, sono stata in vacanza, e ho visto con i miei occhi la totale mancanza di rispetto per le regole ed il buonsenso. Dove vivo io le discoteche rispettavano ogni norma, il distanziamento c’era e così pure le mascherine, ma nei luoghi della movida marittima sembrava che il covid non fosse mai passato… Mi fa rabbia pensare che tutti i sacrifici fatti fino ad ora possano venire vanificati, ma allo stesso modo mi fa rabbia che si cerchi sempre un capro espiatorio, quando a non rispettare le regole sono un po’ tutti quanti

    • Tu fai parte dei giovani con la testa a posto! Per me la demenza che ci sta uccidendo non fa età, al supermercato sono stata presa a male parole da un vecchio che pensava di fare Zorro con la sua mascherina. Dalle miei parti ci sono 3 casi, oggi, due turisti spagnoli e uno di fuori regione. Bastava controllarli prima di farli partire. Le discoteche sono state messe sotto accusa, ignorando le strade piene di gente, gomito a gomito che bisbocciava. Hai detto bene, il buonsenso avrebbe regalato a tutti una estate spensierata e sicura

I commenti sono chiusi.