Bisogni

Alcuni di noi, senza averne coscienza, vivono zavorrati da bisogni indotti, introdotti dal contesto in cui vivono, pungolati dalla vicinanza di persone poco inclini ad incontrare qualcosa di diverso.
Beni materiali, atti a rappresentare il successo personale, spesso, mezzo di accettazione, finiscono per cannibalizzare i reali bisogni umani, i desideri che nutrono la felicità.
Pensare di raggiungere la gratificazione nel possedere, le stesse cose degli altri, più degli altri, è allontanarsi dallo “star bene”, è indossare manette e trascinare catene, l’antitesi della libertà e di tutto ciò che ha un vero valore.
Sentirsi appagati per l’indispensabile, saper dire basta, trovare il sorriso per quel qualcosa al quale è impensabile attribuire un “prezzo”, probabilmente, significa abbandonarsi all’abbraccio del senso della vita.
Ho sempre fatto scelte lontane dal riempire le tasche, fino al vederle lacerarsi, assecondando la necessità di rispettare un “io” di solo cuore, sentendomi svincolata dal pensare comune, in sintonia con una felicità boomerang che, presto o tardi, torna a casa.
Buonanotte …
– Carla –

 

“Fammi Volare!”

Carla1989BN

Non una ruga in più,
non i primi capelli bianchi,
non la roulette russa dei sentimenti
o gli sgambetti e le cadute,
sono riusciti a frenare la ragazzina che,
con uno sguardo,
sussurra alla vita:
“Fammi Volare!”
– Carla –

Aiuto alla Vita

Il “Centro Aiuto alla Vita” nasce nel 2016 con l’intento di sostenere le donne che si trovano ad affrontare una gravidanza inattesa e, per motivazioni differenti, indesiderata.
L’istinto materno, quando si accende la fiaccola della solidarietà, riesce a scalare qualsiasi difficoltà, a trovare la forza per camminare, fissando il traguardo: conoscere il volto di un figlio!
Un aiuto economico, materiale e psicologico, può fare la differenza e allontanare le ombre, la disperata decisione di ricorrere all’aborto.
Centro
– Carla –