Per la serie …

 … mi piace percorrere sentieri alternativi, dopo la crema che consiglierebbe un proctologo e quella che consiglierebbe un esperto/a di zone speculari, ne ho trovata una nuova, che voglio riportare di seguito.
Il tutto nasce dal tornare a casa, dopo la corsa o la camminata, con la pelle del viso visibilmente arrossata e disidratata e dal non volerlo intonacare di crema (spesso non viene, neanche, del tutto assorbita e l’effetto anguilla, oltre a sporcare i capelli, fa schifassimo alla vista).
Ho trovato una ricetta, casalinga, da preparare con ciò che, solitamente, si ha a casa, da testare  per una settimana, prima di esprimere un giudizio.
Bene, l’ho fatto e mi sento di condividerla per quanto sono rimasta colpita dalla sua efficacia.
Occorrono:
1 rosso d’uovo (se avete la possibilità di reperire uova di giornata è meglio)
2 cucchiai di olio di cocco puro (io compro quello della Panela, estratto a freddo da polpa non essiccata)
2 cucchiai di olio di oliva (anche in questo caso, se riuscite a comprarlo da chi lo produce a livello artigianale, sarebbe l’ideale)
1 cucchiaio di miele (uno qualsiasi che avete in casa)
Mescolate il tutto, fino ad ottenere una crema omegenea e conservate in frigo fino a 7 gg.
Toglietela dal frigorifero un po’ prima dell’utilizzo, rimescolando, per evitare che gli ingredianti restino separati, applicatela utilizzando un pennello e senza esagerare con le dosi (il calore del viso la rende parecchio liquida).
Il tempo di posa è 1 ora e poi va eliminata, semplicemente, lavando il viso!
La pelle appare nutrita, senza discromie eccessive e levigata …
… insomma regala ciò che promette!!!
Fatemi sapere …
– Carla –

6 pensieri su “Per la serie …

    • Ciao Fra Luca, sono appena rincasata, mi sono divertita come da bambina … Spero la tua giornata sia trascorsa serena e che la dolcezza di Maria, in questo momento, culli il tuo sonno (da qualche parte ho salvato il link della ninna nanna di Maria a Gesù, te lo devo passare). Un abbraccio e un bacio fraterno, buonanotte

      • Buongiorno cara Carla, sono felice che ti sia divertita; ogni tanto servono questi momenti spassosi!
        Ieri la giornata è trascorsa in modo un po’ così; non mi ci sono raccapezzato molto, perché avevo un mare di cose da fare. sai come è andata a finire? Che ne ho fatte poche, e forse pure male! 🙂 Vabbè, acqua passata; il sonno ristoratore mi ha fatto bene, soprattutto cullato tra le braccia di Maria… Mi piacerebbe ascoltare la ninna nanna di cui parli…
        Un abbraccio e un bacio fraterno a te ❤

      • Buongiorno Fra Luca, tutte le cose che sarai riuscito fare, stanne certo, erano piene di volontà e Cristo le ha gradite. Io mi sono svegliata presto, nonostante sia andata a letto poco prima di scriverti (era l’una di notte e forse anche oltre, non ho guardato l’orario), ho sonno e un leggero mal di testa. Ho trascorso una serata banale per tanti, ma per me speciale, perché accanto a amici che conosco da tanto e dei quali mi fido e perché ho avuto modo di conoscere altri lati solari e generosi di una delle persone che mi è stata più accanto lo scorso anno. La ninna nanna te la cerco e ti invio il link, anche se Maria che canta, il tuo cuore la sente tutti i giorni. Tvb 😊

    • Buona idea, io potrei farli per mia mamma, che li adora, visto che oggi la devo ripreparare per un mio amico che vuole provarla 😂. 🤗 un abbraccio

I commenti sono chiusi.