2020

https://youtu.be/u9x2aXyBVDI

L’Amore sia torrente nel vostro cuore
e la felicità luce che illumina anche il sentiero più impervio!

Grazie per essere stati sostegno generoso in questo mio 2019, per aver asciugato una lacrima che cadeva a vostra insaputa, per avermi fatta sorride e ridere, per avermi fatto sentire il profumo della poesia o il delicato respiro di un pensiero che rafforza un’idea o la modifica alla radice, per essere entrati nella mia realtà, in punta di piedi, diventando “veri”, per rendere vivace il salotto della mia anima e per avermi riportato un’amica persa di vista, la Speranza …
Buona Fine e Buon Inizio …
– Carla –

30 dicembre …

I giorni, perle di una collana che, regalata dalla vita, s’indossa per compiacerla e che, alla fine, nel guardarsi allo specchio, fa sentire un po’ meno goffi.
Ogni perla, scivolando sotto le dita, getta in un cassetto un ricordo, ripiegato con cura, come una camicia pulita e stirata, spingendo a desiderare d’afferrare una maglietta nuova, non ancora indossata!
Il sole, oltre le imposte serrate, allunga un richiamo … riscalda un fine dicembre che rincorre salsedine e sabbia …
Una voce, sfiorando l’asfalto, non tace …
Ehi, ci sei???
Vorrei ricordassi,
tra i drammi più brutti,
che il sole,
esiste per tutti!
– Carla –

https://youtu.be/z_OLDGFzJl0

Metempsicosi

Lo spirito, ciò che siamo, il miracolo divino che ci ha resi “vita”, non si estingue mai, l’ho sempre pensato, fin da piccolina.
La fine del corpo fisico è il preludio ad un mutamento di Stato, non di Sostanza.
Se da una parte ho la convinzione che le braccia e il giudizio del Padre ci attendono appena il cuore cessa di battere, dall’altra, se penso al Samsara, il ciclo delle vite, mi chiedo se prima di arrivare a “Casa” compiamo più soste di apprendimento.
Sto parlando di Metempsicosi, meglio nota come Reincarnazione, ovvero, il “viaggio” da un corpo all’altro, finché l’anima si è alleggerita dal debito karmico (dopo essermi documentata un po’ di più, forse, se non avrò fatto un’insalata russa tra le mie conoscenze e le letture, né scriverò).

https://youtu.be/_8SHuiX2JlE

https://youtu.be/ZJxCYrFxhvs

Guardando questi due video, che non sono il frutto di una manipolazione mediatica, mi spiego alcune cose che mi porto dietro e che non mi appartengono …
Il sapere, pochi istanti prima, cosa scoprirò in un posto che non ho mai visitato, il sentire, spesso, un evento prima che avvenga, il visualizzare un volto che ha solo una voce o un nome, il rivedere un film preciso, mentre mi viene propinata una verità alterata.
Mi è capitato di sentirmi diversa, di avere paura, soprattutto da veramente piccola!!!
Frammentariamente, nel corso di questi anni di pensieri sul blog, tanti piccoli episodi li ho sparsi, qua e là, ma sono tantissimi, teneri e buffi.
Ne cito uno, brevemente …
Seconda elementare, vado a letto senza aver controllato tutti i compiti sul diario.
Mi sveglio, almeno credo di essere sveglia, il libro si apre e vedo due mani che lo tengono aperto davanti al mio viso, leggo e ripeto la poesia, sentendo il trascorrere la notte, e la imparo a memoria.
La mattina lo racconto a mamma (lei mi seguiva passo passo, sapeva che non l’avevo vista la sera prima) e, come la più grande delle bugiarde, becco una rimproverata storica.
Piango, a singhiozzi, lei prende il libro ed io la ripeto perfetta, vedendo il suo volto impallidire!
Ero in compagnia di qualcuno?
A distanza di anni in quelle mani ho riconosciuto le mie da adulta, per la forma delle unghie e per il callo dello scrittore sul finire del dito medio …
Non so se saprò mai cosa è accaduto quella notte, la sola certezza è che i miei genitori, nell’alzarsi, mi videro sempre e solo dormire!
– Carla –

La perfezione non esiste!

https://youtu.be/53bdiQpOYl4

NO, non è un difetto …
è una tua particolarità!
Lo specchio riflette ciò che sei,
non il tuo aspetto …
Proteggi il raggio di sole che fa capolino da un sorriso,
la curiosità che ciondola dalle ciglia,
la parola che, scivolando sulle labbra, regala una carezza.
Non sei un’opera incompiuta o venuta male,
SEI tu, semplicemente tu …
un capolavoro impreciso,
ma irripetibile!
– Carla –

Il negozio di Dio

https://youtu.be/Ol9fdQK6qJY

porgo, a ciascuno di voi, un sacchetto che profuma di “condivisione”, quella che ha reso più leggero il mio cammino in questo ultimo anno, dentro il quale lascio un solo seme, “la Fede”, un germoglio che il nostro cuore può rendere albero e sul quale si possono cogliere i frutti che fanno del nostro vivere un’anticipazione del Paradiso.
Buon Natale
– Carla –

Il senso del Natale

https://youtu.be/uhoY5OrWj2A

La voce narrante che, per una manciata di minuti, libera il sentire di Gesù, rimbomba nel vuoto di troppi pensieri umani …
Parole, ascoltate e insabbiate, perse sotto fogli di carta regalo e nastri rossi, appese, come palle di Natale, ad un albero che, spente le luci, tornerà nel dimenticatoio di una cantina, resuscitando 11 mesi dopo.
È il compleanno di Gesù, ma alla tavola della nostra anima Lui non è presente, è il festeggiato ma non è ospite d’onore, nel suo nome fioccano i doni, ma pochi hanno pensato di confezionare un “presente” che lo coccoli e lo faccia sentire Amato!
Il più bel regalo, che puoi fare e pensare di ricevere, è far conoscere ed accogliere Cristo e il suo Amore!
– Carla –