Tollerare …

https://youtu.be/M1is7YFydRM

Ascoltare le “parole” degli altri, senza incenerirle prima che abbiano dato vita ad un concetto, non sempre è una perdita di tempo, tutt’altro, ma un libro non scritto da sfogliare, all’occorrenza, per rafforzare le proprie idee, smussarle o rivederle alla radice.
Il video, in cima, che rispecchia profondamente il mio pensiero, apre un varco in un muro, non di rado di cemento armato, oltre il quale s’impara ad avere cura di noi stessi, a proteggerci dalle perturbazioni scatenate da terze persone, a dare un senso vivo e luminoso ai percorsi della vita.
Tollerare, nel mio microcosmo, è accettabile (con amore e pazienza infinita) quando il “peso” lo genera qualcuno che non comprende ciò che mette in atto, poiché colpito da una qualche patologia, vedi Alzheimer, e in nessun altro frangente.
Nel lasciarsi spintonare, oltre il confine che polverizza la dignità, a testa bassa e senza nessun alito di ribellione, s’indossa un bel costume da bagno per fare un tuffo nella piscina dell’autodistruzione, dove un solo piranha farà fuori, in tempi record, la tua autostima e autodeterminazione.
Il lasciarsi dilaniare, conferisce potere ed insegna, a soggetti tossici, in maniera facilitata, a farti del male.
Sei tu che, quasi, inviti a farti a pezzi!
Il Dottor Taramasco in 6 minuti ha cucito un abito perfetto … :
“Sanziona con abbandono e chiusura”.
Educherai, chi non è adeguatamente educato ad un approccio con rispetto, a trattarti con lo stesso riguardo con cui pretende d’essere trattato, se poi ci aggiungerai i due ingredienti irrinunciabili, l’assenza di rancore ed il perdono, ti sarai liberato del peggio, garantendoti i mezzi per cogliere il meglio.
– Carla –

 

5 pensieri su “Tollerare …

I commenti sono chiusi.