“ … tanto tu …”

“Ma tanto tu sei forte!”
È la frase che mi sono sentita ripetere più spesso nella vita!
Sono forte?
No, non lo sono, almeno non come credono, il cuore si lacera anche a me, quando s’abbatte la mannaia, impugnata da mani “bastarde”.
Soffro, come tutte le persone sensibili e che hanno creduto in ciò che vivevano.
Cosa mi rende diversa e mi fa apparire capace di uscire indenne da una fragorosa slavina che giunge alle spalle?
L’aver compreso che di rabbia e di pensieri si schiatta, che il perdonare allontana qualsiasi sofferenza, restituendo all’anima le ali per viaggiare lontano dalle tempeste.
Il perdono inchioda la ragione del dolore nel passato, la immobilizza, rendendola incapace di nuocere ancora.
Non sono forte, ho solo realizzato che il Paradiso si può inseguire pure in terra e che finché non si pronuncia, a se stessi, un “Avrò cura di te per il resto dei tuoi giorni …”, ci sarà sempre qualcosa che ostruirà la strada.
Non sono forte, ho solo imparato a scegliere, ad accettare di saltellare sui tizzoni ardenti, aspettando si spengano (e la volontà non concede loro scampo), a guardare alla sincerità, difesa ad ogni costo, come al solo seme capace di offrire il frutto della pace interiore.
Non sono forte, ho solo scoperto che non devo litigare con la pena che mi cammina accanto, ma sorriderle e, quando meno se lo aspetta, correre per lasciarla indietro.
Ha senso cercare ciò che non c’è, fare l’autopsia morale a chi moralmente non stimiamo?
Direi di no …
Chi genera sofferenza difficilmente offre dell’altro …
– Carla –

10 pensieri su ““ … tanto tu …”

  1. A volte non occorre essere forti, a volte basta essere se stessi e, gli altri, sentono che hai la forza di mostrarti, che è molto più di quanto si aspettassero.
    Un abbraccio
    Giancarlo

  2. “Essere forte” ma anche “felice” e “senza problemi economici” pare siano tutte mie prerogative, così quando sto nei guai non ricevo nemmeno una pacca sulla spalla. Secondo me così è più facile (per gli altri, naturalmente), ma spero anche che questa percezione altrui derivi dalla mia determinazione a andare avanti, per me e per le persone a me care e continuare a vivere a ogni costo, cercando il bello di ogni giornata… vivere, vivere sempre!

I commenti sono chiusi.