Un Fiore “Speciale”

Ieri …
… noto una scarpa con il fiocco allentato, rallento, mi fermo e, in prossimità di un muretto, tiro sù il piede per scioglierlo e rifarlo (mi manca solamente di chiudere in gloria l’estate, sbriciolandomi le ossa con un bel ruzzolone).
Dal nulla, e ribadisco dal nulla, spunta un bellissimo uomo in miniatura che mi porge un fiorellino, stretto tra due piccole dita di una manina cicciotta.
Abbasso la musica, sfilo le cuffie e dopo averlo preso, mentre lo annuso, gli dico. “Grazie, che profumo stupendo!”.
Il più grande seduttore di tutti i tempi, a questo punto, toglie il ciuccio di bocca e mi regala un sorriso che spazza via ogni pensiero.
La madre, che compare un istante più tardi, ride …
Edoardo, 1 anno e ½, fugge via, esibendo un meraviglioso lato B “tutto panno”, si volta e nel vedermi riprendere la corsa mi scarica addosso un cartucciera di baci lanciati con la mano.
Voglio tornare bambina e fidanzarmi con lui …

fiorellino

Gli ho scattato una foto, prima di restituirlo alla natura …
– Carla –

 

9 pensieri su “Un Fiore “Speciale”

  1. I bambini ci sorprendono sempre per quanto sono sinceri e immediati. Ieri al supermercato ho incontrato una bambina di quattro anni che ha voluto condividere con me la sua gioia: all’indomani sarebbe andata al mare con la nonna. Mi ha fatto sapere che aveva già lo zaino pronto. Dopo, si è messa a saltare alto (a piedi uniti) dalla gioia.

I commenti sono chiusi.