FEDELTA’

“La Fedeltà da molti è considerata
una restrizione, io la considero intelligenza.
Se hai qualcuno che vale al tuo fianco,
non lo lasci fuggire tradendolo.
Ci sono persone che valgono più
delle tentazioni che durano un secondo”.

Non so a chi appartiene questa frase, ma so che rispecchia, totalmente, il mio pensiero.
La Fedeltà dovrebbe essere un germoglio perenne dell’Amore e non una prigione dalla quale ingegnarsi per “evaporare”, cercando la sbarra più debole per forzarla ed evadere.
L’Amore è intelligenza emotiva, quella che sa valutare la grandezza di chi si ha accanto, libera da tentazioni.
Se e quando sarò in grado di riaprire le porte del cuore, perché non credo di meritare d’invecchiare da sola, senza qualcuno che desideri le mie attenzioni e senta l’esigenza di riservarmi le sue, lascerò entrare un uomo che “non viene da Marte” e ha bisogno di vivere per tutto questo!
– Carla-
Buona cena …

 

6 pensieri su “FEDELTA’

  1. Mia cara.
    Tutto dipende da cosa siamo disposti a dare, senza compromessi, poi ricevere è conseguente.
    Tradire è solo il sintomo di una insofferenza, non è la causa, ma fa nascere il risentimento alla potenza ennesima.
    Chi tradisce lo fa perché non è sicuro, non sente di essere amato. In parole di sintesi, il sapersi tradito, è la conferma che il partner non meritava, ma questo lui intimamente lo aveva capito da certi atteggiamenti.
    Buona serata
    Un abbraccio
    Giancarlo

    • Carissimo Gian, sai bene quanto io apprezzi i tuoi commenti, lucidi e precisi. Per me il tradimento, spessissimo è uno scapricciarsi, un volere la novità per sentirsi fighi. Nella quotidianità, nel dare valore e sfumature a quel che si ha, in realtà, si scopre la vera adrenalina. Serena notte.

  2. Capisco e condivido il tuo pensare carissima,ma a volte dietro quel “tradimento” si nasconde semplicemente il bisogno di calore. Di percepirsi anche solo per un battito di ciglia

    • Quello si chiama amore e lo comprendo, perché il cuore non ha briglie. Io parlo di quelle schifezze attuate per diversificare la quotidianità, con la convinzione che tutto si possa rimettere in ordine, passando sopra il dolore fatto mangiare a chi ama. I pruriti hanno un prezzo e io non sarei capace di riprendermi qualcuno che non ha avuto rispetto del mio animo.

      • è dura sentirsi l’animo stiracchiato,denutrito da chi hai al tuo fianco…continui ad alimentare il tepore del tuo corpo,ti domandi come possa uno “sconosciuto” farti pulsare. Come la tua mente si adatti a quei tocchi indiscreti…mentre chi ti ama non fa altro che pizzicare goffamente i tuoi arti,ormai già troppo tesi

I commenti sono chiusi.