Una preghiera 🙏

Rientro ora dalla clinica veterinaria.  Mia è ricoverata, respira male e ha la parte bassa del corpo completamente paralizzata. Ho affrontato un viaggio tremendo, con lei in uno stato di follia.  Strillava, respirava con la bocca aperta e rabbiosa si è strappata una unghia, ha morso con violenza le grate, sporcando tutto di sangue. Chi mi legge spesso sa che la mia gatta è per me la mia anima con la coda. Non riesco a smettere di piangere e ho paura che, questa volta, i suoi occhi smettano di guardarmi per sempre. Aiutatemi, non lasciateci sole, rivolgete al Signore una preghiera per noi …. per lei! 

Annunci

La partita della vita

IMG_3864IMG_3866

Il valore dei sentimenti è intrappolato tra le pagine di questo libro che, dopo diversi anni, ho riletto.
Non so se è ancora in commercio, e se non lo fosse è un vero peccato, perché regala una passeggiata attraverso diverse esistenze, ciascuna delle quali racconta il proprio modo di amare la vita e gli altri.
L’autrice, Andreina Lupo, presta una sensibilità straordinaria che, sicuramente le appartiene visceralmente, per dare ad ogni personaggio una sfumatura nella quale riconoscersi, per fare camminare il lettore in un sentiero lastricato di gioie autentiche, lontane dal possedere, e osservare con occhi benevoli anche il dolore, un dolore che si veste di speranza.
– Carla –

 

Ma che … davvero?

Sarò anche io protagonista di questa estate, anche io godrò degli onori del “pettegolezzo spicciolo”, da “poraccia”, SI, ma che importa, sarò VIP, comunque!!!
Ah … ah … ah … ah …
Ebbene, SI, sono fidanzata e l’ho saputo per ultima!
I “caxxari benevoli”, però, non mi fanno scattare l’omicidio, mi fanno ridere, perché nella loro noia ancestrale e nel non saper arrotolare due forchettate di fatti loro, sparano proiettili vitaminici, che accrescono l’autostima.
Non mi hanno attribuito una rimanenza di magazzino!!!
Il mio “maschietto” pare sia più giovane di me, attraente, un “armadio” e abbia il temperamento di una gatta che protegge i cuccioli.
I baffi, se non provvedo, li ho, ma la coda … decisamente, NO!
Ho un Simone Coppi o un Mark Caltagirone che sussurrano “ajò”?
Ehhhh la Peppa!!!
La descrizione veste, verosimilmente, un mio amico, al quale ho comunicato, con un appassionato vocale, che forse sono la sua donna e che mi aspetto l’ufficializzazione di questo amore, noto a qualche soggetto stordito ma non a noi!
Siete tutti invitati al matrimonio …
Si celebrerà nella Basilica “Nostra Signora di Bonaria” a Cagliari, il due novembre … (la data è allegra, lo so).
Il mio amico non ha confermato la presenza all’altare, per mantenere una certa suspense e non essendo certo di essere lui lo sposo, ma si presenterà da Barbara d’Urso, a pomeriggio 5, quando andrò a sciogliermi in lacrime.
Da amico, mi salverà le chiappe, ovviamente!!!
Ai “caxxari” vorrei prestare due neuroni …
Quando parlo d’amore, nel Blog o nella vita reale, il soggetto è quasi sempre Dio e non bisogna essere particolarmente volpini per comprenderlo.
“Se Dio mi sorride , non mi occorre null’altro!”
– Carla –

Scelgo Me

Dopo essere stata sputata in testa, dalla Buona Sorte, più di una volta, ed essere stata costretta a “consumarmi” per risalire la china, è venuto da sé che giungesse il momento che dicessi, a me stessa, “Scelgo Me”.
La più bella dichiarazione d’amore che ho ricevuto, e ci ho messo 52 anni per capirlo, è giunta da me stessa, dal mio animo in cerca di carezze autentiche e di un rispetto con cui, francamente, non ho mai avuto l’onore di interfacciarmi.
Ho scelto Carla, la sua dignità, il non voler accettare più percorsi condivisi con chi “spreme” e pretende che gli altri s’incastrino nel suo vivere, non contemplando, nemmeno per un attimo, di fare un gesto che dia equilibrio o, comunque, profumi di “scambio”.
Ho scelto, consapevolmente, di difendermi da eventuali “stupratori d’anime” che, senza sensi di colpa, appagano il proprio ego e proiettano sulla vittima la pochezza che sono.
– Mai dire mai! – … il cuore surgelato potrebbe tornare ad essere “manipolabile” se sottoposto ad una fonte di calore, di precisione e persistente, e scivolare in una nuova pressa.
A fine “pezzo” vi lascerò due indicazioni, due strade, lastricate di parole, che a me hanno fatto riflettere non poco.
Ciascuno di noi ha personali caratteristiche, quelle che attraggono un determinato soggetto, quelle che completano e arricchiscono, in presenza di equilibrio, che cedono solo energie in caso contrario.
Le mie particolarità, e lo dico con un sorriso amaro sulle labbra, sono miele per il Narcisista …
Il solo pensiero di rischiare di farmi travolgere da un Principe Azzurro per abiti e non per essenza, credetemi, mi terrorizza …
Alla vita ho già donato una dose massiccia di sofferenza affettiva e direi che basta, niente più “salassi”!
Il Narcisista esordisce esibendo le qualità che la preda apprezza in un compagno (o in una compagna, se il “cecchino” è femmina), attuando un “Love Bombing” tenace e mirato, condito con una salsa di sincerità (mendace) che rende la pietanza irresistibile.
Una volta raggiunto lo scopo, appagato l’ego dell’uomo che non sbaglia un colpo, che fa sempre centro, ed essersi nutrito dell’energia della malcapitata, subentra la noia e lo “scarto”.
Nuove vittime devono riportarlo a livelli di compiacimento estremo!
Solo nel momento in cui subentrerà il “paragone”, tra la scartata e la nuova, attuerà l’“Hoovering” e, come un aspirapolvere umana, tornerà a cercare chi ha massacrato, come se non le avesse mai torto un capello, per sfruttarla emotivamente, in quanto in deficit di amore e attenzioni sincere, di sentirsi un Dio per chi i sentimenti li ha sempre investiti sul serio.
Possiamo essere “cacciagione” e ritrovarci a tentare di restare a galla in un mare di dolore, in balia di tempeste che distruggono tutto ciò che investono …
YouTube:
Serena Fumaria Mental Coach
Mara Official
… conoscere il probabile nemico, aiuta a sconfiggerlo!
– Carla –