Parole in prestito

Sei forte quando riesci a perdonare qualcuno
che non merita di essere perdonato.
Quando ami in silenzio.
Quando irradi felicità
anche se hai il cuore triste.
Quando riesci a sorridere
mentre  vorresti piangere.
Quando vuoi solo vedere felice chi ami
anche se la vita ha portato via a te
quello che ti rendeva felice.
Perché la vita è dura
ma tu lo sei molto di più.

 Riesco a rispecchiarmi in questo breve brano di J.R. Jiménez, in pensieri legati tra loro, che sembrano riassumere la persona che sono o aspiro ad essere.
Nella mia debolezza estrema, mi sono sentita forte, libera, nel confezionare un perdono immeritato.
Ho amato, in un silenzio inzuppato di dolore, schizzando zampilli di sangue, il sangue dell’anima, contro una porta chiusa e un sorriso sardonico.
Ho finto felicità, per regalarla a chi pensava che una volta perduta non torna.
Ho sorriso, e non smetto di farlo, per gli occhi di una mamma malata che, nella pace generata dal coraggio, trova la spensieratezza per continuare a vivere, anche quando nel cuore mi si agita una tempesta di lacrime.
Ho sempre anteposto (e barattato) la felicità di chi amo alla mia, certa che senza la sua, la mia, sarebbe andata in pezzi.
È vero, la vita è dura, ma la sofferenza , anche quando non lo vediamo, ha un confine, la quiete, una volta acciuffata, NO, quando giunge dalle mani di Dio.
– Carla –

3 pensieri su “Parole in prestito

I commenti sono chiusi.