Escursionisti “per caso”

Come Syusy Blady & Patrizio Roversi in “Turisti per caso” (ci può stare il mio confronto con lei, “pandorosa” ma simpatica, “una tipa”, come direbbe qualsiasi gentiluomo, meno con lui, perché Luca è parecchio avvenente … “Ragazze, per 50 euro, mi prodigo per rimediarvi una cena con lui e spendo parole buone affinché vi valuti come possibili fidanzate! Eh … eh … eh … mandatemi una mail”), io e il mio compagno di “ficcanasaggine” abbiamo deciso di regalarci, quando è possibile, delle “incursioni” in luoghi abbandonati, coinvolgendo altri amici interessati a trascorrere qualche ora all’aperto, in compagnia di pensieri leggeri.
Dopo il Borgo, a me è venuto in mente di fare una sorta di mappatura del sud dell’isola, per avere un’idea di tutte le realtà da visitare, soprattutto quelle venute a morire con la chiusura delle attività minerarie.
La prossima meta dovrebbe essere una piccolissima frazione del comune di Gonnesa, un ex villaggio minerario, denominato Normann, nel quale risiedevano i dipendenti della miniera di San Giovanni e che oggi si confonde con case bellissime di nuova costruzione.
Sono realtà che raccontano chi eravamo e, almeno nel mio caso, profumano di “nonni”, impiegati, a vario titolo, in quel settore.
Spesso si rincorrono destinazioni lontane, per sentire addosso l’adrenalina, quando, dietro casa, il nostro DNA chiama, pronto a condurci tra i sentieri di viaggi che ci appartengono davvero.
– Carla –

5 pensieri su “Escursionisti “per caso”

  1. Che borgo? Se posso ti consiglierei malacalzetta (sentiero monti e miniere, iglesias) e monte narba (villaputzu). Monteponi invece dovrebbe essere chiuso.

I commenti sono chiusi.