C’era una volta …

C’era una volta un’emozione che, nel buio di una stanza vuota, per evitare di inciampare tra i pensieri, se ne stava rannicchiata in un angolo nascosto, ad osservare uno spicchio di luce che filtrava da una porta lasciata socchiusa.
Conosceva bene quel bagliore, lo aveva vissuto, attraversandolo con la leggerezza di chi sa che vederlo affievolirsi, di tanto in tanto, rappresenta la ciclicità della vita e non il rischio di una morte annunciata.
Lo aveva scandagliato, non senza paure, ma con quella giusta dose di fiducia, a tratti velata d’incoscienza, che accompagna la genuinità delle azioni governate dal cuore.
Tra le ombre e un silenzio che percuote più del rumore assordante, la sensazione di un’invisibilità, di un riparo sicuro, distante da qualsiasi scossone, le promettevano pace.
Per esistere e non erodersi, per regalare al cuore il ritmo di un battito normale, avrebbe dovuto sollevarsi sulle gambe e muoversi verso quella fonte di luce, afferrare la maniglia e tirarla a sé, con decisione, lasciando al giorno la facoltà di colpire le tenebre.
Avrebbe dovuto abbracciare il coraggio che, talvolta, viene a mancare, quando è quella stessa luce vitale a togliere il fiato e a volerti punire.
La osservava, confusa, accarezzando l’idea di restare in quel vuoto che nulla offre e nulla toglie, nella asetticità di quel che non pulsando non procura né gioia né dolore.
Le strade del vivere, però, diventano deserto quando nessuna emozione le percorre, quando il timore d’inciampare frena ogni passo, spegnendo ogni riflettore.
Lo sguardo correva a quel nastro di luce, ipnotizzato, deciso a lasciare andare anche l’ultimo sogno, per riposare, stretta in quell’angolo buio dove nulla e nessuno la sarebbe andata a cercare, quando, la luce del giorno entrò impetuosamente, abbattendo la porta, tingendo le pareti di sole.
L’amore, tendendo una mano, restituiva i colori più belli del vivere all’emozione.
– Carla –
 

3 pensieri su “C’era una volta …

  1. …emozionante!!
    Guardando dentro un’emozione, hai l’impressione di dissolverla, ma è solo l’impressione di un momento. L’emozione vive nel ricordo di quel momento, così resterà sempre con te.
    Un abbraccio
    Giancarlo

I commenti sono chiusi.