“Potevamo restare amici”

Avete mai sentito dire ad un uomo ferito, che nuota in mare aperto, di essere propenso a restare amico di uno squalo che si è già cibato della sua carne?
Per qualcuno una simile richiesta ha senso e andrebbe accolta.
Che dire?
Intelligenza e sensibilità non sono per tutti.
Qualcuno nasce, vive e muore NULLITA’ ASSOLUTA!
– Carla –

6 pensieri su ““Potevamo restare amici”

    • Il perdono, sono arrivata a questa conclusione, va meritato. Per lo “squalo” non posso provarlo, perché dilania la preda, spesso senza reale necessità e senza sensi di colpa.

      • Uno squalo non è una persona.
        Ricorda sempre che chi morde lo fa per paura di essere morso, un umano sa che potrà soffrire. Allora cerca di mordere per primo…
        Non sapremo mai se il nostro comportamento non avrà ferito qualcuno, se sbadatamente avremo pestato un piede, solo il risentimento ce ne restituirà contezza.
        Un abbraccio
        Giancarlo

  1. Se si è amici non si ha bisogno di forzare la situazione
    E soprattutto non ci si cannibalizza a vicenda

I commenti sono chiusi.