La Panzana

Una Panzana, ripetuta anche mille volte, resta una Panzana, non diventerà mai “Verità”, eppure, è nell’indole umana (di una considerevole percentuale di persone) pensare che lo spacciarla, ripetutamente, per realtà la renderà tale.
S’intorta chi, asfaltato dall’affetto o dall’amore, è ipovedente, chi guarda le cose come dal finestrino di un treno in corsa e chi distorce, volutamente, quel che vede, per non essere colpito dal lanciafiamme della sofferenza.
Il professionista della fandonia, la campionessa olimpionica di frottola, quando il vociare si spegne e il faccia a faccia con se stessi è inevitabile, hanno ben poche parole in tasca, con le quali raccontarsi una storia che abbagli la coscienza.
Si può giocare a fregare chiunque, sperando di gettare sul tavolo la carta più alta, si può gioire nell’appurare di averla fatta franca, non scordando, però, che non è sempre Natale, che qualcuno può strappare, o l’ha già fatto, la maschera e conosce la vera natura di chi tenta di gabbarlo.
La “favoletta” è chiara, a maggior ragione, per chi la scrive, che con quella “sincerità”, per quanto fastidiosa, prima o poi, dovrà fare i conti, per riuscire a rincontrare, spensieratamente, uno specchio.
– Carla –

Annunci

Un pensiero su “La Panzana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...