A me stessa

Lascio a me stessa un’ultima fetta di torta, come faceva mia nonna, per ricordarmi che, per chi mi ama, sono il primo pensiero e non l’ultimo.
Intono, come faceva la mia mamma, il frammento della nostra canzone, per lasciare, sulla parete del cuore, il più sincero dei “Ti voglio bene”.
Recito, rincorrendo la memoria, la poesia che mi ha dedicato mio padre, per non dimenticare che alla parola si può affidare l’immortalità di un’emozione.
… e scatto una fotografia, impalpabile, ai sorrisi dei miei fratelli, per spiegare un nastro d’amore che distanzierà la solitudine!
– Carla –

5 pensieri su “A me stessa

  1. Che bella dedica a se stessi, un insieme di atti d’amore e accortezze che dovremmo sempre ricordarci di avere 😉

  2. Lascia lo spazio anche per un amore, perché lá fuori esiste qualcuno che aspetta una donna come te. Se tu riuscissi a guardarti con gli occhi con cui ti vedo io e tanti altri, non finiresti mai di sorridere.

I commenti sono chiusi.