Dolore

Ti lascerò scivolare,
come sabbia tra le dita,
come un attimo che inaridisce,
prima di fiorire tra i ricordi.
Nell’attendere il mare,
quell’onda più lunga
che trascina lontano
anche l’ultima lacrima,
ti scriverò due righe d’addio,
da lasciare andare a fondo.
I dialoghi del vento
copriranno le tue parole,
sminuzzando l’angoscia
di sentire i tuoi passi
che mi vengono a cercare.
Sarò libera,
con o senza amore,
libera di ospitare la quiete,
di sorridere,
mentre ti inabissi per sempre …
… dolore!

– Carla –

 

 

5 pensieri su “Dolore

I commenti sono chiusi.