Nessuno entra …

… nella nostra vita per caso!
A gamba tesa, in punta di piedi, con un sorriso sincero e premuroso o una lama tagliente ed invisibile stretta tra le labbra, ogni individuo transiterà nel nostro mondo, talvolta fermandosi, per un motivo. Comprenderne la ragione non sarà facile, perlomeno nell’immediato, eppure, quasi si ereditasse un copione scritto dalla vita, la mano, sfogliandone le pagine, si soffermerà in quelle che ne chiariscono il senso. Si leveranno pochi perché quando scrosceranno le attenzioni, l’affetto, la serenità e la gioia, tanti, troppi, quando sarà impossibile schivare le saette della cattiveria, persistente ed ingiustificata. L’amore saprà nutrirci, scaldarci, rendere luminose anche le giornate senza luce e, forse, insegnarci la gratitudine, infondendo il desiderio di ridistribuire il bene, offrendo ad altri l’opportunità di assaporare quelle stesse emozioni. La sofferenza, quella che artiglia l’anima, zavorrando pensieri e scelte, con la “lettura” di quel senso “rivelatore”, se accolto, concederà di incontrare la parte più nascosta di noi, una fragilità da cui trarne immensa forza. La gratitudine sarà, ancora una volta, la protagonista della scena e davanti ad uno specchio, che mette in evidenza non il volto ma “l’io”, si riuscirà ad accarezzare una certezza: l’essere migliori di chi ci ha riservato solo male!
– Carla –

Un pensiero su “Nessuno entra …

I commenti sono chiusi.