E per chi …

… non avesse avuto la voglia di cercare le trame delle fiabe davanti al camino (citate ieri) ed avvertisse la manina della curiosità che picchia su una spalla, eccomi …

Palpaeccia
È una donna anziana, molto anziana, dall’aspetto poco piacevole, col mento aguzzo, un grosso naso adunco, gli occhi cerchiati, infossati, e lo sguardo sinistro. La notte vaga per le strade, entrando nelle case dalle quali si levano i lamenti dei bambini che rifiutano, continuamente, di mangiare. Non tollerando frasi come – “Non mi piace … “ o “Mi fa schifo …” – (quasi a sostituirsi ai genitori) li punisce, ponendo sopra la loro pancia, mentre dormono al sicuro nel loro lettino, una grossa pietra nera di ebano. La pancia vuota renderà insopportabile quel peso e la lezione farà cambiare il loro atteggiamento capriccioso.

Maria Puntaoru
Maria era una donna vissuta nel 1900, povera, talmente povera, da non avere di che sfamarsi, che morì nel sonno, sognando un piatto di spaghetti al pomodoro. Il nomignolo “Puntaoru”, spiedo, le fu dato perché, dopo essere passata a miglior vita, la sera del 1° novembre, impugnando “Sa punta à oru” (l’attrezzo con la punta ricurva con cui si lavorano cesti e setacci di giunco e erbe palustri) si narra vaghi per le vie dei paesi, bussando alle porte delle case, domandando il permesso d’entrare e chiedendo quel piatto di pasta che non smette di desiderare. Non sopportando un rifiuto, si vendica forando la pancia di chi è avaro.

– Carla –

6 pensieri su “E per chi …

  1. Bonjour ou Bonsoir

    Joyeux Noël mon ami amie !

    J’espère que le Père Noël sera généreux avec toi

    Si ce n’est pas le cas ne t’inquiète pas

    Sache que mon amitié pour toi vaut tout l’or du monde

    Ce petit message marrant pour Noël

    Que tu te rappelles combien notre relation amicale est importante pour moi.

    Je te présente par avance tous mes vœux de bonne année 2018

    Ton ami qui pense à toi

    Bisous Bernard

I commenti sono chiusi.