Chi di voi è senza peccato …

Chissà cosa sognavano i ragazzini che varcavano le porte di Palazzo S. Carlo, uno dei tanti splendidi edifici del Vaticano, e quale meraviglia sperava d’abbracciare Kamil. 13 anni, la fede che bussa alle pareti del cuore, la sete di Cristo e la gioia di poterla colmare, la consapevolezza di essere destinatario di un privilegio, entrando a far parte del preseminario San Pio X, e una “grazia” che si trasforma in “martirio”. Bambini, adolescenti, affidati alle amorevoli cure di chi li ha traditi, sfruttando la loro innocenza per procurarsi piacere, per mettere a tacere la voce di una perversione demoniaca, distante da qualsiasi forma di rispetto e d’amore. La Casa di DIO, un luogo in cui le ombre aggrediscono la luce, in cui nella bilancia della realtà non si conosce il peso del bene e del male. Non mi si può chiedere di cambiare idea su una “Famiglia” che, sempre più spesso, insabbia l’orrore, sente, vede e si volta dall’altra parte! Gesù disse – Chi di voi è senza peccato, scagli la prima pietra contro di lei – Sono una peccatrice ed in mano stringo un sasso, spigoloso, acuminato, reso tale dal disgusto e dalla rabbia! La tentazione è di lanciarlo, per colpire e far male, per far crollare, come un barattolo del tiro a segno del Luna Park, chi non è degno nemmeno di sentir parlare del Signore … – Confessami i tuoi peccati! – … – Ma fammi il favore!!! – Il rischio è di andarli a raccontare a chi ha molto, molto, molto di più da farsi perdonare e non ha nessun diritto di dirmi – Ego te absolvo a peccatis tuis, in nomine Patris et Filii et Spiritus Sancti. Amen –
– Carla –

7 pensieri su “Chi di voi è senza peccato …

  1. Ciao carissima Carla. Ho letto il tuo grido di rabbia e condivido pienamente questo tuo sdegno nei confronti di chi si è macchiato di un simile peccato. Tuttavia non voglio farne di tutta un’erba un fascio e così guardo ancora con fiducia a chi indossa una veste così sacra. Un bacione da Bea

  2. Io invece, contrariamente a Viaggiando con Bea, non guardo con fiducia chi indossa una veste “sacra”, perchè da tempo ho capito che l’abito non fa il monaco.

    Ma il punto è un altro, se è da condannare chi pecca ( specialmente nei confronti di persone più indifese) , è ancor più dea condannare chi, invece di controllare e punire chi sbaglia, come sarebbe suo dovere, volta la testa dall’altra parte, sancendo troppo spesso il principio che chi sbaglia non paga!

  3. Esatto….sono solo uomini, niente più di noi, anzi parecchi molto peggio!

    ________________________________

I commenti sono chiusi.