Schiudo la porta …

Amo scrivere e penso che chiunque transiti nel mio spazio, con una certa assiduità, se ne sia accorto, amo farlo, senza censurare mai l’animo, evitando, nel contempo, di denudare completamente la “mia” realtà. È giusto così, racconto ciò che ritengo sensato condividere ed evito di coinvolgere terze persone (almeno non in maniera diretta), per l’inviolabilità dell’universo di un’altra persona. Da quando ho aperto il blog ci ho sempre messo la faccia, e non solo metaforicamente (caricando diverse fotografie in cui la sensualità viene presa a calci … quella dove tengo in braccio un maialino dice tutto), ho condiviso episodi “miei” e mai mi è venuto in mente di creare, a tavolino, “attira like” o commenti. L’ultimo post, volutamente, ha unito un frullato di verità e il desiderio di “pigiare”, ancora una volta, il tasto di una passione che non ho riconosciuto subito e che, probabilmente, è nata con me. La signora della fermata non esiste, per lo meno non con quelle fattezze o caratteristiche anagrafiche, è la proiezione di una giovane figura che mi terrorizzò, non poco, per tutto un pomeriggio, al mare, diventando un’ombra sinistra. Mi descrisse, intimamente, con una precisione maniacale, citando particolari che toccavano vite “fuggite” e non di dominio pubblico, un dolore che mi avrebbe cambiata, la morte del mio compagno di giochi. Avevo solo 16 anni e quella sorta di strega (io riuscivo a vederla solo così) mi versò addosso di tutto un po’, compresa la previsione di un dispiacere immenso che avrebbe lacerato i miei 41 anni. Credetemi, gran parte di quelle parole si sono avverate e non erano solo sfighe apocalittiche! La mia vita è transito gradito di “entità” che ho sempre voluto chiamare angeli, teatro di accadimenti che mi hanno fatta e mi fanno sentire fortunata … ma di questo scriverò in un’altra occasione. Tornando al motivo di questa pagina, mi sento di dirvi che nel momento in cui digitavo quel post mi rendevo conto del dissolversi di pensieri che s’azzuffavano nell’animo, del tepore del sole che non entrava da troppo tempo nelle mie stanze, quelle abitate dalla passione dello scrivere, sospinta dal vento della fantasia. Da non so quanto tempo mi concedevo di scrivere solo qui, non trovando più una reale motivazione per rimpolpare la raccolta dei miei racconti, di fiabe o poesie, per concludere tre romanzi che sono a buon punto e schiattano soffocati dalla polvere. Non so se vi è mai capitato di impegnarvi, di avere coscienza di aver fatto bene e vedere altri raccogliere i frutti, ecco, io faccio parte del primo club! I vostri commenti, l’aver legato a quelle righe emozioni e fluidità narrativa hanno forgiato la chiave per riaprire quella porta … GRAZIE, grazie con un sorriso impalpabile e persistente, grazie per un ciò che vivo come un regalo senza prezzo, l’aver ritrovato la gioia per prestare all’immaginazione l’inchiostro del cuore. Vi auguro la buona notte, un 25 Aprile sereno e chiedo scusa per l’italiano imbastardito, non voglio rileggermi e correggermi per non togliere spontaneità. Ovviamente, mi dispiace per voi, qui ci resto, aggrappata con grinta, perché mi sento a casa!!!
– Carla –

Annunci

13 thoughts on “Schiudo la porta …

  1. SALVE CARLA,
    SCRIVI MERAVIGLIOSAMENTE E SI SENTE SINCERITA’ E TRASPORTO, PARLI ALLA MENTE E ALL’ANIMA ED E’UN CONFORTO LEGGERTI. CONTINUA E GRAZIE. antonio

  2. Ti leggo e ho letto con piacere la signora della fermata, a prescindere che sia stato un fatto realmente accaduto può essere senza dubbio la trama di un romanzo molto avvincente. Continua

  3. Cara Carla, grazie a te per la fiducia con cui ci fai partecipi delle tue emozioni, della tua sensibilità. Ti confesso, sinceramente, che non sempre riesco a leggere tutti i post, tempo tiranno, ma quando lo faccio, lo faccio con grande piacere. Continua …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...