Lavori in corso?

il perdonoguarisce

Il perdono guarisce”, periodicamente, ritorna tra le mie mani e quelle parole camminano tra i sentieri di un pensiero che edifica la quiete. Il perdono guarisce chi lo dona, non ho dubbi, perché allontana il malessere che talune persone hanno il potere di provocare, ma sentirlo fino in fondo, e per chiunque mi ha deturpato l’anima, ha il sapore di un miracolo. Lavori in corso? No, ultimati! Proprio così, non credo di potermi spingere oltre il confine, spostato al limite. Ho dato due mani di “pace” su muri anneriti, e non ne ho dato notizia, imparando a pregare per l’arrivo, nel loro universo oscuro, di una luce. Ho depennato, dall’elenco del dolore, uno dietro l’altro, i nomi di una breve lista di mostri, resi inoffensivi dal bene, scoprendo che il primo, come fosse tatuato o scolpito, non si può cancellare. Non ho più ferite e non mi sento un verme per non avvertire viva e compiuta l’assoluzione, proprio così, è un non volerlo, meditato, profondo, e non un non saperlo fare, per l’inutilità di un petalo di cuore lasciato scivolare sul letame. Sono una pessima cristiana? Non permetto al Signore di far suoi tutti i percorsi del mio cuore? Non conosco pienamente l’essenza dell’amore? Non trovo le risposte e quel che è peggio non mi affanno per trovarle, rovistando chissà dove. Il libro tornerà in un cassetto, sua ultima stazione, con due righe scritte di pugno su una pagina bianca: “Il perdono lo regalo a sciocchi burattini, che non percepiscono le loro estremità affondare nel male, non a chi muove i fili e ha ben chiaro di spargere, su tutti, il dolore”.
– Carla –

Annunci

13 thoughts on “Lavori in corso?

  1. Pessima? Tu? Per non aver perdonato chi ti ha quasi distrutta dentro? Quello non è essere pessimi, quello è solo del sano buonsenso. E amor proprio.

    • È una donna che vorrei perdonare ma non riesco, ritenendo che abbia coscienza del dolore che sparge. Gli altri, non esistono più, perciò il perdono è arrivato facile facile. Serena notte ☺️

      • Ah beh allora niente perdono per gente del genere. L’indifferenza magari è la soluzione, ma a volte è difficile anche quella con certi elementi, ma salva cuore e fegato.

        E comunque cara mia, dalle mi parti si dice “fatti ponnere sas barras in culu” da questa gente (dalle tue parti non saprei) e vivi serena 😉

        Buon giorno e ti abbraccio forte 😘

  2. Già….il perdono è una parola grossa, e non riesco a farlo nemmeno io, diciamo che non porto più rancore….e che ignoro, è il mio massimo consentito, ma perdonare no mi spiace, non ci riesco e non voglio nemmeno farlo sinceramente. Buona giornata Carla 🙂

    ________________________________

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...