Avrei … non avrei …

Gli “Avrei … non avrei …” voluto, dovuto, sperato … e quanto altro il pensiero e l’animo possono suggerire, ho la certezza tappezzino l’esistenza umana. Quadri malinconici, perché solo di questo si tratta, che espongono i chiaroscuri del rimpianto e della collera e che, di tanto in tanto, abbandonano la soffitta per scalare le pareti del quotidiano. La polvere che ne “imbelletta” le cornici demodé diventa inavvertibile e, come se la vista sprigionasse eccezionali poteri, solamente, quel che ritraggono si fa chiaro come non mai. Si esibisce il patentino del “perfetto cretino” e, ciò che è peggio, si è consci di farlo, eppure si tira dritto, quasi l’esigenza di metter ordine tra le sensazioni, una volta per tutte, avesse la meglio. Non cambierà nulla, è palese, le tele torneranno in soffitta e con loro l’ingombro degli “avrei” che, concretamente, non hanno più alcun peso, con una parte di noi che si guarderà, periodicamente, alle spalle scongiurandone la ricompensa. Scorrendo l’archivio della memoria, e non dite che non è così … non mentite … la collezione di ognuno di noi è di tutto rispetto, dalla scemata appesa ad una risata, alla via imboccata per ingenuità o con leggerezza, traiettorie ci hanno sottratto tempo prezioso o mutato, significativamente, il corso delle cose.

“Avrei voluto … avere occhi tra i pensieri e non sul cuore!”

–  Carla –

Annunci

6 thoughts on “Avrei … non avrei …

  1. Da un po’ di tempo ormai, soffro pochissimo di questo tipo di rimpianti. Ho imparato a perdonarmi e a scusarmi. Penso di aver fatto quello che ho fatto, perché in quel momento ero come ero e non avrei saputo – potuto fare altro. Inoltre penso che solo quello si verifica davvero ha un significato, le occasioni perdute non esistono, né sono esistite, perché non erano in sintonia col nostro modo di essere quando si sono presentate.

  2. “io avrei..non avrei…ma…se vuoi…Come può’ uno scoglio…”- Ciao Carla. La canzone da cui ho copiato dice “io vorrei…” . di Lucio Battisti 🙂
    proposito di questo, nel mio blog ci sono alcuni post, fra gli ultimi, della serie “sentimenti”. In “sentimenti 3″ esprimo il rimpianto per non essermi fatto una famiglia”. “Per non esserci riuscito” meglio dire.
    Fatta questa piccola premessa, da questa si capisce quanto io sia facile ai rimpianti.
    “io sdraiato sull’erba verde, fantastico piano sul mio passato. Ma l’eta’, al’improvviso, disperde cio’ che credevo, e non sono stato”. Sono parole di Francesco Guccini.
    Ciao Carla, buona domenica 🙂

    Marghian

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...