Angeli & Demoni

Ci vogliono venti anni ad una donna per fare del proprio figlio un uomo, e venti ad un’altra donna per farne un idiota. Charles Dickens
Uhmmm … non sono dello stesso avviso, talvolta, l’IDIOTA si ritrova in detta condizione non per colpa di chi se lo “accatta” ma grazie a “Mammà”! La maggioranza delle madri, va detto, affida alla vita cuccioli d’uomo sensibili ed attenti, destinati a diventare grandi uomini, nei quali è radicato un pensiero tenerissimo, “Devo la vita ad una donna”, dotati della capacità di ascolto e orientati ad affrontare un viaggio a due fatto di reciproco rispetto e condivisione. Uomini amabili che difendono il segreto per far crescere rigoglioso il vero Amore. Chapeau a quelle mamme che regalano una vita luminosa ad altre donne come loro, non centellinando un sentimento materno che varca i confini di casa. “Suocere”? No, amiche, confidenti, adorabili alleate sulle quali poter sempre contare! Eh SI, capita che la “difettata” non sia lei ma la “Nuora”. Niente a che vedere con le “misteriose entità” che non terminano mai il periodo di svezzamento del proprio tesoro e, alla faccia della menopausa e della cotonata canuta, in nome di una formazione umana superiore, si dedicano ad un continuato e salutare allattamento. Belli di mamma, calamità d’ogni sorta e pesantezza, Via Crucis per donne votate ad un’esistenza che culmini in beatificazione. Mamme-Mogli, Mamme-Compagne, madri senza pecche, voci e verità assolute che bramano il rogo della malcapitata donna dell’intoccabile figliolo. Una volta possedevo un simpatico papiro di terra cotta sul quale si leggeva inciso – La vipera che morse mia suocera … morì avvelenata.chissà che fine ha fatto!!!
– Carla –

Annunci

14 thoughts on “Angeli & Demoni

  1. Io son suocera, Carla, ma non ho mai litigato con le mogli dei figli..semmai mi ci son coalizzata.
    Ho detto loro di continuare quanto io mi son sforzata di fare: farne uomini.
    Ma è una crescita che non termina mai.
    Sto pure diventando nonna ..non mi posso lamentare.
    🙂

  2. Ne ho conosciuto uno di figlio di mammà. Infelice. Pensa che non è mai riuscito a trovare una donna che andasse bene a sua madre. Quando, morta lei, ha trovato moglie, si è poi separato. Buona giornata cara Carla. Un abbraccio. Isabella

  3. Le mamme sbagliano quando credono di educare il figlio maschio come fosse la loro estensione, ovvero l’estensione di una donna, creando così un paradosso ed una situazione conflittuale. Il difetto dei padri è semmai di essere stati assenti per quanto riguarda la gestione delle relazioni. Il risultato è un uomo confuso. Fino a che non capiremo e rispetteremo reciprocamente le rispettive diversità non ne usciremo…

  4. dipende sempre dal soggetto. Ci sono uomini che sono come li hai descritti, altri indipendenti da mammà. Esattamente come tante moglie sono mamme dipendenti e la antepongono al legittimo consorte.
    Ci sono suocere velenose che riescono a far morire la vipera. Altre di tutt’altro stampo. Insomma il campionario è vario e la monotonia manca.

  5. Pingback: Liebster Award (ancora) | Solo per amore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...