Capita solo a me?

Me lo domando, quotidianamente, mentre l’irritazione cresce e un ombroso mutamento m’imbruttisce l’anima, perseguitata dal replay, inarrestabile, di una scena affliggente. La percezione di movimenti, in precedenza non vincolati, oggi limitati e quasi conquistati, mi fa sentire reclusa, confinata, libera soltanto tra le mura domestiche o in ambienti circoscritti. Le mie parole vanno comprese, valutate e non giudicate, lo premetto, in quanto al di là di un reale stalkeraggio (perché di questo si tratta) che porta a tagliare i traguardi in tempi biblici, producono panorami dettati da “progetti di solidarietà”, passatemi il francesismo, concepiti col kulo. – Signora dai 1 euro … Signora fame! Signora dai aiuto!!! – apro la borsa e se posso (sono tutt’altro che una ricca ereditiera) non fingo che la disperazione non esista. Il problema, insormontabile, è che dovrei avere, da offrire, dalle 20 alle 30 monete da 1 euro, ogni volta che metto il naso fuori dall’uscio e che non mi si deve obbligare a spiegare, dolcemente, che all’AVIS ci sono appena stata e il sangue è finito. Sottolineo, con una punta di acidità autentica, che la cordialità, spesso, viene ricambiata con persecuzione, maleducazione e il venir trattenuti per un braccio. Può non piacermi essere toccata, da chiunque? Posso chiedermi come mai i nostri “ospiti imposti”, per i quali si sbandiera un’accoglienza programmata, finiscono per dedicarsi all’accattonaggio per strada? Ho il diritto di arrabbiarmi? Mi devo sentire disumana se avverto lo scarseggiare della tolleranza? Esagero se penso che un fiume umano colonizzerà i miei luoghi e, abbandonato al proprio destino, non mi regalerà baci e abbracci ma illegalità e violenza? Di qualcosa, rendiamocene conto, dovranno pure campare e noi non siamo in grado di offrire niente di più di sogni di cartone.
– Carla –

Annunci

10 thoughts on “Capita solo a me?

  1. Hai ragione cara, non e’ colpa loro neanche nostra e’ il business che riempe le tasche ai quei maledetti che sono al governo, ti abbraccio cara, buonanotte e buon inizio settimana, tvb, ❤

  2. No Carla non capita solo a te, la penso esattamente allo stesso modo, lo so che si rischia di passare per razzisti, ma se non ci sono le condizioni per ospitare questa gente in maniera decente non si devono far venire, io la penso così. Buon inizio settimana.

    Date: Sun, 8 May 2016 20:50:51 +0000 To: silvia-1959@live.it

  3. I tuoi pensieri, sono quelli un po’ di tutti. Siamo cittadini tartassati dfalle tasse, senza lavoro, senza futuro, le reazioni negative diventano naturali. È lo stato che con le nostre tasse, anziché rubare tutto, dovrebbe stanziare denaro per queste associazioni. Anche l’8 × mille alla chiesa, “donato” per forza, è un atto di prepotenza, perché va a discapito di chi vorremmo aiutare in modo autonomo. Ciao Carla, Giusy

  4. Condivido appieno! Va bene l’accoglienza e l’integrazione SOLO se supportata da REGOLE e disciplina, ma questo in Italia NON ESISTE e nn ci s’impegna minimamente in merito…. anch’io sono molto scoraggiata e delusa dal sistema…. Un abbraccio ☺

  5. Bonjour
    Dans un coin de mon cœur
    Ton amitié vit comme une fleur
    Avec un joli parfum de tendresse
    Ses pétales sont toutes colorées
    Les racines de cette fleur sont solides
    Voilà ,pourquoi , notre amitié dure depuis
    Des jours , des mois , des années
    C’est un lien très fort entre nous
    Je te souhaite une agréable journée
    Prends bien soin de toi
    Bernard , bise

    Un petit café ensemble ,tisane ou autre

  6. hai ragione. Se uno dovesse dare ascolto a tutti i questuanti, altro che 20 euro al giorno!
    Non c’è soluzione o meglio non esiste la volontà politica di trovare una soluzione. Perché? Fa comodo a tutti. A chi urla perché siamo invasi, a chi predica la comprensione. E qualcuno ringrazia per la manovalanza a costo zero.

  7. “Come la schiavitù e l’apartheid, la povertà non è naturale. Sono le persone che hanno creato la povertà e che hanno sopportato la povertà, e sono le persone che la sconfiggeranno. E sconfiggere la povertà non è un gesto di carità. È un gesto di giustizia. È la protezione di un diritto umano fondamentale, il diritto a un vita decente e dignitosa.” Nelson Mandela

    Mi piace pensare che prima o poi riusciremo a trasformare in realtà questa aspirazione!
    In ogni caso ti capisco e non sono molto lontano dalle tue posizioni.
    Un caro saluto e piacere di conoscerti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...