Tenera meditazione

Papa e Lizzy
Ha fatto il giro del mondo, intenerito gli animi più sensibili, accarezzato quelli dalle pareti tinteggiate di “fede” e, ne sono convinta, raggiunto anche i cuori più duri … Lizzy Myers, la bimba dell’Ohio, affetta dalla Sindrome di Usher, grazie all’amore di tanti, ha visto realizzarsi un suo sogno, quello di udire il tono della voce di Papa Francesco e di potersi perdere nel suo sguardo. Il Santo Padre, incontra molti bimbi, li bacia, li stringe a sé, sussurra loro piccoli, grandi, “segreti” che, certamente, non scorderanno mai, perché i loro sorrisi, il loro candore, sono pane che nutre, energia cristallina che genera solo Amore … è vero … ma la sua giovanissima amica ha piccole ali impalpabili e desideri sui quali scivolano le ombre di un domani incerto. L’indebolimento dell’apparato uditivo, a breve, le lederà irreversibilmente l’udito e, nel periodo adolescenziale, la degenerazione della retina le comprometterà la vista, un aspro scivolone prodotto dalla mutazione di un gene responsabile dei due “sensi”, per la quale, al momento non esistono freni o paracaduti sicuri. Bizzarra la vita, non pensate? Chi non ha compreso ciò che l’aspetta, tende l’orecchio per captare la magia del suono e fotografa ogni più piccola sfumatura di colore … altri, pur non correndo il rischio di perder nulla, scelgono, scientemente, di essere sordi e ciechi. Sentire e vedere, teniamolo a mente, può risultare scomodo!
– Carla –

9 pensieri su “Tenera meditazione

  1. Bravissima!! Sei molto profonda! Scusami se lo scrivo qui, ti ho nominata in Liebster Award nomination! Tanti baci

  2. Sono convinta che in questa epoca dove ci sono anche occhi meccanici pronti a scandagliare i minimi particolari e sonde che rilevano suoni anche sotto la crosta terrestre, ci siano più sordi e ciechi che in qualsiasi altra epoca.
    Un dubbio mi viene…troppa meccanica? Sicuro, quella dell’anima.

I commenti sono chiusi.