Alleluia, il 1° Gennaio è passato!

Le feste sono in dirittura d’arrivo ed io, finalmente, esulto! La “Befana”, il gran traguardo, è la mia giornata. Lavoro … sono parecchio richiesta, non necessitando di alcun maquillage … non so se afferrate quanto sto messa male!!! Se il Natale, con l’orda di parenti ed amici che ti stringono e baciano di continuo, neanche fossi una Santa che dispensa grazie, che se non ti vedono da un po’, forti del fatto che a Natale si dovrebbe esser più buoni, (coi “fatti due forchettate …” o i “waffer” trattenuti in tasca) massacrano con domande imbarazzanti e sfrontate, mi manda in paranoia, il Capodanno mi devasta l’anima, con tutta una sequela di riti propiziatori tremendi. – Hai comprato il perizoma rosso? (badate bene, non “mutanda”). Porta fortuna non sfidare la sorte! – Porta fortuna a chiii? A chi lo ha venduuutooooo … che al prezzo di 4 mutandine umane ti ha smerciato 5 cm quadrati di stoffa, non a me che peno a dividere in due la provincia, col filo da polenta! – Prendi, non far storie, mangia le lenticchie che portan soldi! – A me portano solo un rumoroso mix di azoto, ossigeno, idrogeno, monossido di carbonio e metano, tra i meandri del pancino, trasformandomi in un fiascone pieno e ben turato, roba da allunaggio. – Vieni, stanno per sparare i botti! – Se mangio le lenticchie faccio da me, grazie! – Attento a chi incontri per primo domani mattina, il vecchio porta bene, campi a lungo, il bimbo una sfiga cosmica! – Chi diamine ci fa caso a chi incrocia per primo, il 1° gennaio, dopo i bagordi culinari della sera prima? La digestione, iniziata alle 6 del mattino, rende rallentati e rincitrulliti per 48/72 ore … – Vischiooooo, urla lo/la stonato/a di turno, tutte le volte che si varca la porta sopra la quale è stato appeso un maledetto rametto, baaaaaciiiooooo! – Ma che stressssss! Chi è demente o insensibile si bacia a Capodanno e continua a prendersi, comunque, a pedate il resto dell’anno. I rituali non fanno per me, non riesco proprio a scivolarci dentro, anche perché alcuni non rendono proprio gioiosi tutti! Pensate ai luoghi in cui, per scacciare le negatività dell’anno che muore, dalle finestre vola di tutto. Festeggia chi si trova una lavatrice parcheggiata sopra la macchina lasciata sotto casa? Mi sento di poter dire di no! La mia unica costante, quella che voglio preservare, ripetitiva, forse scontata e non sempre recepita con lo spirito di chi la dona, è l’augurio, quello dettato dal cuore. Sgrammaticato o elaborato, stretto in poche righe o affidato ad un discorso, purché sincero e confezionato su misura. Il mio, in questa sede, non può che auguravi la gioia, la serenità, lo stupore e l’energia per regalarmi parole, scatti, creazioni originali, colori e profumi, quelli che, da due anni a questa parte, mi portano a passeggiare nel vostro mondo senza incrociare mai la noia.
– Carla –

Annunci

20 thoughts on “Alleluia, il 1° Gennaio è passato!

  1. Ciao Carla proprio questi giorni di Natale e l’ultimo del anno non mi faccio stressare da nulla e nessuno.. vivo le mie tradizioni in santa pace … ma sai non sapevo nemmeno che si indossa la biancheria rossa a Capodanno… per la Befana ho una sorpresa che ti fa ridere un bacio Pif ♥

  2. Le lenticchie danno fastidio anche a me, niente vischio e niente parenti impiccioni e fastidiosi 😉
    Il piacere è sempre nostro e passare da qui è sempre una sorpresa 🙂

  3. Scusami Carla, ma mi hai fatto ridere tanto. Leggerti è stato uno spasso, però ammetto che anche io attendo l’Epifania, che come dice il proverbio, “tutte le feste si porta via”. Tradizioni a parte, per vari motivi, io che attendevo di potermene stare a casa dal lavoro per un po’ di giorni, mi sono ritrovata a dire “ma quando torno al lavoro??”. Meno male che ho saltato il fatidico “cenone” e quindi niente riti propiziatori, niente tradizioni da seguire, niente di niente insomma.
    Passare da te è sempre un grande piacere, grazie Carla.
    Un abbraccio e serena notte, Pat

    • Pat, mangiando ospedaliero non riesco a guardare taluni, trangugiare anche il tavolo senza morire. Tu ridi ma io dico solo il vero, purtroppo, e nemmeno con molta riservatezza ed eleganza. Sul serio non potrei mai mettere una micro mutanda e sottopormi al taglio polenta o mangiare lenticchie, sapendo di non sparare e levitare a dismisura. Sono una pena totale, lo so … Dolce notte. 💋

  4. Mi hai fatto troppo ridere con le lenticchie e i botti, 😀 mio papa’ che ha 84 anni non e’ interessato ai riti o quant’altro ma al cibo si’, nonostante l’eta’ e’ una buona forchetta senza esagerare, poco ma buono, 😉 baci cara, un anno stupendo per te, meraviglioso come sei tu, tvb, ❤

    • Sai che pianino, pianino ho letto tutto il tuo blog? Da domani recupero le pagine recenti. Sei pazzesca, non mi sono soffermata a scrivere nulla, persa tra i tuoi racconti, miscelati a ricordi e ricette. Mi domando da tempo come eri, nell’intimo, da bambina. Mi manca solo quel tratto di vita per avere un mosaico completo. Posso dirti che viene fuori una donna unica, adorabile, magica. Dolce notte. 💋

      • Da bambina ero una peste, 😀 grazie tesoro, sei unica, mi ha fatto piacere averti qua mentre leggevi tutto il mio blog, ❤ tu sei una bellissima persona, mi sembra di conoscerti da sempre, ti mando un abbraccio e ti auguro una bellissima serata, ❤

  5. L’importante eè raccontare le feste. Vuol dire che abbiamo passato un altro anno. Beh! Le lenticchie le mangio non solo a capodanno ma tutto l’anno. E’ vero che ha effetti collaterali sgradevoli ma mi piacciono. 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...