Quando c’è vò … c’è vò!

Le chiappette intorpidite da un lungo spostamento in auto, la camminata sbilenca per una passeggiata al freddino, “disponibilità” che si apprezzerebbero solo se dotati di codina o disposti a vivere da impavidi, come zio Zeb o zia Molly alla Conquista del West, “LEI” che attanaglia per trovar via di fuga, costringendo ad assumere posture imbarazzanti … Ecco che l’area di servizio, il locale che serve bevande e cibo, un semplicissimo bar, diventano miraggi, la “Toilette” un bene primario, vitale! E se il “servizio igienico” non fosse, esattamente, come quello di casa, e neanche un lontanissimo parente, ma un vero “cesso” più vicino alla fogna di Calcutta? Impensabile tenerla o farla in tasca, ragion per cui, messe in atto arti circensi mai conosciute si “libera” la bomba d’acqua, scongiurando il rimbalzo di schizzi. Ci avete mai fatto caso che più sono sudici, più sono tappezzati d’avvisi e richieste di corretto utilizzo di un bene comune e buona educazione? Il popolo dei pisciatori folli e kakatori astrattisti, quelli doc, ne sono sempre più convinta, o è bastardo inside o non scolarizzato.
scritta cesso1
scritta cesso2scritta cesso3   scritta cesso5scritta cesso7 E per finire una vera “poesia” che letta una volta non si scorda più.
“Caga Molle, caga Duro, caga Scuro ma non fare virgole sul muro!”
                                                  – Carla –

 

33 pensieri su “Quando c’è vò … c’è vò!

  1. Io sono sempre più convinto che sporcare i bagni pubblici appartenga alle già comuni e numerose perversioni. Lo fanno apposta, non c’è ombra di dubbio. 🙂

  2. Pingback: Tag: Perché è nato il tuo blog | Lady Fullmetal

  3. Pingback: Followiamoci TAG! | Lady Fullmetal

I commenti sono chiusi.