Come “boomerang”

… e se le azioni, le parole o i soli pensieri, da domani, si trasformassero in “boomerang” lanciati nel cielo della vita? Quanti vedrebbero ritornare “a casa” sorrisi ed abbracci, preziosi consigli, premure ed un disinteresse che affonda le radici nell’anima, sbocciando con costanza? Quanti indifferenza, arroganza e gomitate, l’acido che rosicchia il cuore fino a farlo scomparire, una sofferenza che s’avverte solo quando marchia a fuoco la propria pelle? Quanti, nel timore di tramutarsi in vittime, perdendo il dominio del persecutore, prenderebbero le distanze dal passato per scongiurare il dolore ed allontanare i denti aguzzi della paura? Pochi, davvero pochi, vedrebbero recapitati i frutti del “bene” profuso, perché è più confortevole abbandonarsi alla discesa dell’approfittare piuttosto che inerpicarsi lungo i sentieri della fatica, imparando che solo ciò che si guadagna con integrità è salvo dalle grinfie del tempo e non paga dazio!

– Carla –

Annunci

13 thoughts on “Come “boomerang”

  1. Non ho mai avuto paura di lanciare boomerang, quando torna indietro so precisamente cosa mi posso aspettare: che torni tra le mie mani con dolcezzza o colpisca il mio volto con forza.
    Ma anche questo è la vita e mai e poi mai mi toglierò la voglia di lanciarlo, sarebbe morire….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...