“Preziosi”

“Preziosi”, al di là del loro reale o presunto valore economico, per quella scheggia di cuore che li protegge, per quelle parole mute che prendono vita quando lo sguardo o il tatto li sfiora. “Simboli”, diffusi o scelti con gusto sicuramente personale, ai quali si accosta la forza di un sentimento, la tenerezza, la gioia di un viaggio proiettato verso il domani, che si auspica lungo, molto lungo. “Pezzi di Noi” ai quali l’animo sterile regala l’inutilità e il gelo del niente. La dolcezza di un ricordo mi assale, facendomi sentire parte delle mie radici … Mia madre mi ha fatto dono delle “vere matrimoniali” dei suoi genitori, due sottili cerchietti d’oro giallo sui quali il tempo è passato lasciando tracce visibili, segni importanti che rammentano la profondità del loro Amore. Non sono quelle che suggellarono il loro SI, sottratte a tutte le coppie durante la guerra, ma le sostitute che mia mamma, da giovanissima, comprò loro con uno dei primi stipendi. Stupore e Felicità per due animi che si erano fusi in uno solo. Nel 1969, in ospedale, dopo una lunga malattia, le condizioni di nonno peggiorarono, portando la sua metà a non abbandonarlo un solo istante. A nessuno è dato sapere quali furono le ultime parole che riuscirono a scambiarsi, eppure, abbiamo la certezza che furono d’amore. Antonio, nel rispetto delle regole ospedaliere, non indossava la fede, non so chi andò a prenderla a casa sua e la consegnò alla moglie che ne aveva fatto richiesta. La sua Elisa gliela mise al dito e, quasi non attendesse che quello per intraprendere il viaggio, spirò, subito dopo … Un pezzetto di metallo, consumato e povero, al quale aveva legato la promessa di un amore che portò con sé. Nel 1977 nonna lo ha raggiunto, con il cuore colmo d’amore da consegnargli. La mia “vera” è ritornata in chiesa, tra le mani del Padre al quale, portandola, avevo spalancato il cuore, perché il mio bene non si perdesse o diventasse odio ma nuovo amore … pane per i poveri.

                                                                    – Carla –

Annunci

26 thoughts on ““Preziosi”

      • La Diva si sente bene, comunque eravamno due giorni fa dal veterinario per il problema del cuore, Tatanka deve fra 20 giorni essere visitata da una cardiloga veterinaria, a fare un elettrocardigramma… poi si vedra come si proccede… ma io penso il problema si poi tenere con un farmaco sotto controllo… lo spero… 😉

      • La nostra sexy diva è forte e la sua totale ripresa ci stupirà tutti. Sembra assurdo ma amo quella pelosina buffa che con voi ha un rapporto tenero ed umano. 😘

      • Ma sai cara Carla, prima sono venuta a casa con Tatanka ho aperto il cancello (abbiamo l’ingresso dietro la casa non davanti la strada) e ho visto tatanka entrare, poi sistemavo la borsa cosi non mi cade nulla fuori.. e chido il canello… vado alla porta apro… vado in cucina apro la finestra e mi metto in cucina a pulire la verdura.. poi dopo 30 minuti, sento chiamare il mio nome Rebecca Rebecca e io vado alla finestra c’è la signora che ha accanto a me un negozio di merceria e mi dice, Tatanka e qua e mi chiama nel negozio … perciò il negozio era aperto Tatanka andava dentro e abbaiava a bassa voce .. lo fatto due vota poi la Clara mi ha chiamato… Allora che significa Tatanka e stra intelligente 😀 e tropo umana .. quanto lo amo

  1. Un post pieno di sentimento. Mi si è stretto il cuore in una morsa. Chi non ha un nonno da ricordare o un genitore che hai amato con tutto il cuore e che andandosene ha lasciato un vuoto incolmabile? mi è venuto un magone incredibile. Brava per le parole e per aver saputo con così tanta naturaleza buttare giù su una tastiera ciò che hai nel cuore. Un grande abbraccio Bea

    • I miei nonni e i miei genitori sono persone meravigliose. Elisa era una donna bellissima, con due grandi occhi neri pazzeschi, parlava poco e guardava sempre la foto del marito, quasi riuscisse a parlare con lui e sentire le sue risposte. La sua scomparsa le ha portato un grave scompenso cardiaco è fatta vivere male fino alla fine. Ti abbraccio, foooooorteeee 💋

  2. Carla, grazie per questi ricordi che hai condiviso con noi. Grazie per le emozioni che mi hai donato, per tutto l’amore che è racchiuso nelle tue parole. Mi sono commossa leggendoti, grazie!
    Un abbraccio, Pat

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...