Consapevole

La consapevolezza non si può instillare … è una presa di coscienza profonda ed intima che si acciuffa dopo una corsa, in solitaria, saltando gli ostacoli lungo il percorso, un tracciato illuminato dal buon senso ed, eventualmente, dalla segnaletica, collocata con discrezione, da chi ci ama. La consapevolezza indica il pericolo ma non vincola una scelta, eleva le capacità di chi la asseconda, mostrandosi saggia accompagnatrice e fonte di entusiasmo, sottolinea i limiti, chiedendo di abbandonarli, modificando i propri modi di agire, amari e sbagliati. La consapevolezza, che mi ha attesa al traguardo di un dolore, ingiusto, inatteso, gratuito e figlio di un egoismo barbaro, mi ha restituito un’immagine di me forte, immutata nella sua genuina semplicità, chiara e gioiosa. Conscia della mia essenza umana, debole ed imperfetta, inizialmente rabbiosa e sconvolta, mi sono rialzata, comprendendo che il livore avrebbe avvelenato solamente i miei pensieri e nutrito il male. Mi è stato scippato tanto ma è niente, rispetto a quanto ho accarezzato in seguito e, Dio volendo, accarezzerò ancora.   – Carla –

5 pensieri su “Consapevole

  1. .. Cara Carla.. Mi hai fatto piacevolmente correre con te e con la consapevolezza di gustarmi ogni singola parola lche hai trasmesso in questo tuo ennesimo profondo e spettacolare pensiero!
    Un abbraccio grande scrittrice!

  2. Carissma Carla, quando nasciamo siamo tutti inconsapevoli delle cose.. crescendo impariamo le cose, ma non significe imparando si diventa consapevoli… secondo me la propria coscienza e la base per diventare consapevole .. staccarsi dal proprio EGO e la via giusta…ti abbraccio con amore ❤

  3. Ci si rialza sempre, più forti di prima, con la consapevolezza dei propri limiti e delle proprie possibilità 🙂

I commenti sono chiusi.