Santa pazienza!

La sopportazione delle persone amorevoli, quelle dalle cui labbra piovono, incessantemente, sorrisi e parole d’incoraggiamento, sempre ben disposte ad anteporre le proprie necessità a quelle di chiunque credono le meriti, raschia, raschia, presto o tardi, tocca il fondo. Abusare della loro accondiscendenza, con la malsana convinzione che aspirino alla beatificazione, può riservare grandi sorprese, eeehhh già, sicuramente impiegano un bel po’ a stancarsi e a mostrare il segnale di “STOP” ma pochissimo a stabilire di non essere disposte a riesaminare la decisione. Non ho mai pensato, o dato ad intendere ad alcuno, di essere una creatura celeste, nonostante per indole tenda all’altruismo e a depennare i “tiri mancini”, nel tempo, guardando i lividi sull’animo, ho realizzato che l’ALT va dato, sempre, quando il bene viaggia unicamente a senso unico.

– Carla –

21 pensieri su “Santa pazienza!

  1. Moooolto saggia come cosa. Io tendo sempre a ritardare dando seconda, terza, quarta, quinta.. ecc.. ecc.. possibilità.. mi reputo un inguaribile coglione quando faccio così!

  2. Io proprio qualche giorno fa dopo anni di sopportazione, ho dato un alt deciso, ma deciso, deciso e ho scioccato tutti. Secondo me da persone accondiscendenti non ci si aspetta la bomba!
    Ma ci vuole. Poi si torna alla normalità.

  3. Pienamente d’accordo…fosse così semplice mostrare lo STOP, forse non ci troveremmo qui a scriverci su.

  4. Sì, va dato per noi stessi e per gli altri se si vuole continuare ad essere di aiuto – almeno per quanto ci è possibile…. apersi fermare prima che lo stop diventi uno strappo così forte da far male ad entrambi!!!

I commenti sono chiusi.