Pane & Fatica

I nostri Nonni, con sudore, sangue, rinunce e lacrime, giungendo da tutta Italia, hanno realizzato le fondamenta di questo Paese, donando ai Figli possibilità che il destino aveva loro negato: libertà di scelta, istruzione e un discreto benessere. La politica, in nome di un individualismo vergognoso, ha calpestato ogni loro sacrificio, stracciato la serenità dei nostri Genitori e incenerito i Nostri sogni.

Una vacanza, la sotto, potrebbe risvegliare tante coscienze!     – Carla –

Annunci

18 thoughts on “Pane & Fatica

  1. Non sono in Italia cara Carla, anche in Austria e Germania le cose sono cambiate.. in Gernaia nelle grande città c’è il tavolo caldo a mezzagiorno per i bambini.. e quasi l’unico piatto cado che mangiano… la gente vive nella povertà, in austria tanti bambini vanno dormire con tanti pullover e giacca, non c’è denaro per scaldare la casa..

      • Vorrei raccontarti una piccola storia una donna che viene dalla parte della ostgermania ex-DDR vede da anni solo i contorni dei volti della gente e quasi cieca, la cassa di malattia non li paghi le lente per gli occhiali, 700 euro cosi un gruppo di amici di un partito del calcio della westgermania ha fatto una colletta per fare a questa donna questi occhiali fondamentale per la salute… vedi nessuno parla di queste cose, nessuno vuole accettare la realtà… ma sai cosa mi fa ancora più arrabbiare quelli che si lamentano per cose futile … qui vicino a noi ho visto una donna che indossava la pellicia e aveva tanto oro adosso.. lei diceva “non so come andare avanti per i ragazi, tra cellulari e motorini ci costano un occhio di Dio” … scusa ma questa mi fa per niente pena anzio direi ma vai in m….

        e cosi la vita purtroppo 😉

  2. io vivo in Austria da parecchi anni ormai e qui la gente sta davvero bene,si nutre con poco ci si riscalda con l’affetto di star insieme seduti a tavola con una tazza di latte,cereali o pane,salumi e formaggi. non si ha la tradizione la sera di cucinare,si preferisce parlare condividere l’intera giornata. i bambini vivono liberamente,senza ansie. ma si qualcosa sta cambiando anche qui,a livello di pulizia,di tradizioni…non c’e piú rispetto dei parchi,dei fiumi ma non penso sia perché gli austriaci non ci tengano piú ma é una conseguenza delle differenti culture che stanno prendendo vita qui…un insieme di usanze e come dire poca disciplina impartita da chi viene da fuori.

    • Tramandare piccole cose, come i biscotti della nonna, la favola del nonno, le filastrocche di una vicina di casa, forse, sono petali di felicità da non perdere per strada. Grazie del tuo bellissimo commento. 😘

  3. Nel 1936 cominciavo a vivere e riuscii a continuare a farlo malgrado i bombardamenti.
    Poi ho continuato a crescere e ho vissuto l’opera di ricostruzione.
    Poi ho sentito parlare di riforme (TROPPO).
    Ora vivo l’opera di “distruzione” da parte di chi dice di amare l’Italia.
    Buon pomeriggio.
    Quarc

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...