La vita è un soffio

I fatti di cronaca degli ultimi anni (e oramai quotidiani) portano, inevitabilmente, a meditare sulla fragilità dell’esistenza terrena, su come la vita possa arrivare al capolinea in un istante, senza preavviso e, talvolta, con una brutalità sconosciuta anche alla specie animale più feroce. Illudersi che la sorte scelga sempre gli altri è, a mio avviso, un ragionamento che scaturisce da una miscela di sentimenti poco “onorevoli”, intrisi d’indifferenza. Chi passa a miglior vita meritava meno d’altri di restare accanto ai propri cari? Per ogni anima che abbandona l’involucro mortale, entrando nella grazia di Dio, trasferendosi stabilmente nella “Casa” dell’amore incondizionato ed eterno, avverto il dolore legato alla mia condizione umana, pur credendo che la FINE sia solo L’INIZIO di un viaggio di gioia assoluta. Mi tormento, inevitabilmente, per chi resta a mordere una solitudine destinata ad affievolirsi ma mai ad estinguersi. La rassegnazione è indomabile davanti alla dipartita di un anziano, anche quando ha vissuto intensamente e a lungo, ad un male incurabile che preannuncia un tramonto anticipato, non risparmiando nemmeno un fiore appena schiuso, a maggior ragione non è pensabile domandare di scovarla tra le pieghe di un cuore al quale l’amore e l’affetto vengono strappati per vendetta, follia, in nome di una giustizia personale malata. Portare il peso di un dolore inflitto da mano d’uomo, perdonare, come fosse colpa del fato, è rincorrere una santità che mi raggela, accostata alle vittime di un’implosione di “male”. L’indulgenza non è dono per chi trucida un corpo o un’anima, per chi costringe un altro uomo a vivere una vita non più vita!

– Carla –

 

NB: Il mio non perdono s’allarga anche a quegli SCARTI, dotati di battito cardiaco, che tolgono la vita e torturano ogni essere vivente, sia esso protetto da piume, pelo o altro genere di epidermide.

Annunci

9 thoughts on “La vita è un soffio

  1. Come si può avere indulgenza per chi con una tale freddezza toglie la vita ad una persona e lo fa soprattutto in nome di un “dio”. Non credo proprio, anche se non conosco tutte le religioni, che venga chiesta tutta questa violenza, no non posso proprio crederlo. Come si può avere indulgenza per una donna che al settimo mese di gravidanza, per imbrogliare un’assicurazione, toglie deliberatamente la vita al bambino che porta in grembo. Come si può avere indulgenza per chi violenta ripetutamente bambine/i per il proprio piacere. E la lista sarebbe ancora lunga…. troppo lunga, troppo lunga….. Io ormai sto male quando ascolto i notiziari, mi dicono che sono troppo tragica, che rimugino troppo sulle cose, che dovrei essere più distaccata, più fredda. No, non ci riesco proprio, impossibile essere freddi davanti a tanta crudeltà, impossibile!!!!
    Un abbraccio cara Carla, di tutto cuore!
    Pat

    • Il tuo commento rispecchia in maniera incredibile il mio pensiero. Hai scelto esempi che non di rado vagano nella mia mente, portandomi alla nausea. Sono anche io troppo tragica, ma, sinceramente, preferisco essere così … Un abbraccio pieno di affetto 💋 💙

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...