Tipi/e da spiaggia!

 

Giornate veramente calde, nei giorni scorsi, sembravano anticipare un’estate pronta ad esplodere, quel calore “africano” caratteristico di questa terra, una stagione che, nel mio caso, è un nutrito raccoglitore di ricordi. La spiaggia, dove si fugge non appena è possibile, è il singolare palcoscenico dove s’intrecciano miriadi di attrazioni, più o meno intense e durature, dove nascono nuove amicizie o, più semplicemente, spensierate relazioni destinate ad estinguersi a fine vacanza, dove sfilano in una passerella, a volte un po’ accentratrice, corpi mezzi nudi d’ogni età e per tutti i gusti. Per noi donne si scatena il panico al solo pensiero della “prova bikini”e, seguendo due differenti scuole di pensiero, per raggiungere l’illusione di una linea da “top model”, scattano, con largo anticipo, le sudate in palestra o per l’attività fisica all’aperto e un regime alimentare bilanciato, oppure, le diete fai da te dell’ultimo minuto, atrocità che non minacciano il peso ma solo l’umore. Distese sul nostro amato telo mare, digrigniamo i denti nel notare la vicina di ombrellone che calamita su di sé tutti gli sguardi dei maschietti, attratti da due “air bag” regolati dal gommista di fiducia e da un “paraurti perizomato” dal filo interdentale che non conosce luce! Non comprendiamo perché 190 cm di ragazzone, che a guardarlo bene fa la ceretta totale con una frequenza maggiore della nostra, integralmente spennellato di olio solare al cocco (che attrae le api e lo avvicina più ad un tacchino preparato per il forno) che ne esalta la muscolatura da brivido, non ci veda affatto! E se inciampasse e s’impanasse sulla sabbia? Siiiiii!!!! Non saremo perfette, forse, ma quel che mostriamo è tutto “genuino”, CARI UOMINI!

Carla

22 pensieri su “Tipi/e da spiaggia!

  1. eppure stuzzica molto più la fantasia una mente reattiva e magari un poco perversa di una mera sfilata di carne, seppur di piacevole vista 😉

  2. Brava Carla bel quadretto di pre estate con vena ironica ciao
    TIM: la tua mail in mobilità con il BlackBerry®

  3. Splendido quadretto Carla! Complimenti per l’ironia con cui tratteggi queste caricature umane. È ben vero che ciò che appare alla nostra vista prende il sopravvento inizialmente e stuzzica maggiormente il nostro interesse se piacevole e di bell’aspetto, ma è altrettanto vero che se dentro quell’involucro c’è solo aria, tutto quell’interesse se ne va rapidamente così come era nato.
    Ciao
    Andrea

  4. 🙂 sai che tonfo se cade sulla sabbia, sei troppo forte Carla, un bacione, passa un bel weekend, al mare, al sole, magari, qua piove!!!Laura.

  5. l’importante che a mare ci sia la palla, poi il resto non conta 😛
    comunque piacere di seguirti.

    hydor·

  6. eheheh….. sembra di vedere quello che tu scrivi…hai una capacità di attivare la fantasia di chi ti legge… ma dai però….non tutti sono palestrati in spiaggia…ci sono anche uomini normali, con pancetta e pelata, che sbavano vedendo un paio di chiappe anche leggermente cadenti….. Ciaooo

    • Ben vengano gli uomini che hanno le maniglie dell’amore (il modo intelligente di chiamare la pancetta) e risparmiano sullo shampoo … Apprezzando la chiappetta un pó cadente e una seconda tendente alla prima, dimostrano una bellezza interiore che supera ogni concorso estetico … 🙂 buon fine settimana. Carla

  7. Pingback: L’umorismo è maschio? | Pensieri sotto la neve

I commenti sono chiusi.