Rileggersi … che effetto!

Scrivere, per alcune persone, è un po’ come mangiare, dormire o respirare, qualcosa di travolgente ed irrimandabile. Basta un pezzetto di carta, una matita o una penna, e la “macchina” s’accende, iniziando ad attraversare vecchi e nuovi panorami. Le parole sembrano conoscere una via misteriosa e scorrevolissima, che parte dal cervello ed arriva alla mano, una corsia preferenziale che, spesso, si percorre ad alta velocità, soprattutto nei momenti di massimo appagamento, o con andatura da pensionato in gita, quando si trasportano emozioni dolorose, difficili da coordinare.  Rileggersi, partendo da molto lontano, suscita percezioni discordanti, accostabili all’andare sulle montagne russe, lanciati verso il cielo e, repentinamente, calamitati in basso. Il vento dei ricordi colpisce il viso, scorre tra i capelli e ci abbandona, per ritornare a depositarsi tra le pieghe della memoria. Le sfaccettature di una personalità, che ama giocare a nascondino, emergono prepotentemente e, nell’alternarsi d’umori e periodi, ci si scopre in parte maturi e saggi, indipendentemente dall’età. Il largo viale del mio vissuto, emergere da un prato senza confini che si fonde totalmente con l’orizzonte lontano. Distinguo chiaramente il passato e lo “leggo” con entusiasmo, sorprendendomi per la ragazzina, vestita d’ingenuità, capace di rincorrere il domani, desiderando di acciuffarlo, nonostante il timore dell’ignoto. Sorrido per una saggezza acerba, per quel relazionarsi con una realtà, non sempre zuccherata, senza perdersi d’animo. Avverto tenerezza per la tenacia nel risollevarsi, dopo ogni caduta, per la meticolosità adoperata per sciogliere i nodi che potevano attanagliarle il cuore. Tra sogni e realtà, sorrisi e piccole abrasioni, situazioni di scoraggiamento ed altre di grinta estrema, scompaiono gli abiti adolescenziali e fa capolino una giovane donna, desiderosa d’afferrare il “buono”, d’estirpare le erbacce cresciute lungo il ciglio del cammino. Amicizia, amore, sentimenti ai quali cercare di attribuire valori, che si tentano di fare propri, ad ogni costo, rischiando di scivolare nell’illusione d’averli agguantati. Tra le ombre di una poesia, tra le sfumature di un racconto, tra le righe di un diario ingiallito il viverli, il crederci! Nel giungere al capolinea dei ricordi coccolo un’immutata voglia di colorare pareti bianche, la crescente esigenza di raccontarmi, prestando a personaggi casuali il mio sentire … Sono, ancora, quella di allora, ho camminato tanto, fatto parte di prospettive in antitesi tra loro, riso, pianto, strappato, al tempo ed agli eventi, l’opportunità d’ingabbiarmi l’anima, protetto quel “fuoco” che accende la vita.

Carla

Annunci

14 thoughts on “Rileggersi … che effetto!

  1. Condivido pienamente.
    Quando correggo un mio racconto, a distanza di poche settimane, mi scopro talvolta superato, talvolta ingenuo, talvolta antesignano, questo frapponendo in breve lasso di tempo; quando rileggo scritti, poesie o solo appunti di anni or sono, ricordo di averli scritti, ma mi sorprendo di come e cosa percepivo….
    Un abbraccio
    Giancarlo

      • Ho scritto poesie di ogni tipo .
        Ho scritto un romanzo psicologico. Ora tento nuovamente un romanzo che non svelo, perché non sono ancora a buon punto, ma posso anticipare che la psicologia è ancora presente.
        Il blog riporta parecchie cose.
        Grazie per la domanda.
        Un abbraccio
        Giancarlo

      • Ti cimenti in qualcosa di bello tosto, complimenti! Io scrivo poesie, come hai notato, racconti brevi (le battute erano imposte dai tanti concorsi letterari a cui ho partecipato, classificandomi sempre bene e vincendone diversi) e fiabe che sembrano essere il mio punto forte. Sono contenta di aver inciampato in uno scrittore, sono dell’avviso che i migliori non siano ancora stati scoperti. Buon fine settimana.

      • Mi cimento, ma non mi definisco scrittore, intendo che la mia è una passione, non certo una professione.
        Non mi sono mai iscritto a concorsi, in quanto mi ritengo un dilettante e penso che qualunque possa risultare dal concorso, nessuno in realtà deve sottoporsi al giudizio dei pari, quando non è un pari.
        Un abbraccio
        Giancarlo

      • Ho partecipato ai concorsi che avevano in premio la pubblicazione, finendo spesso nelle antologie. Sai quale è stato il premio più bello, una misera targhetta giunta per voti presi da gente comune, credo fossero un migliaio. Ho vinto un premio pure la scorsa sera, me lo hai dato tu per la poesia! Se mai pubblicherai qualcosa, sarò la prima acquirente …. Mi piace come scrivi! Ciaoooo

      • Ho già pubblicato il romanzo. Si intitola “Il confine del tramonto”.
        Si può acquistare anche per corrispondenza ( basta digitare il titolo su google ed appaiono un sacco di distributori).
        Ti ringrazio per la stima, spero che dopo aver letto ….. Non crolli.
        Un sorriso
        Giancarlo

  2. Hai ragione sai Carla, io quando rileggo il mio diario, (non sono cosi’ brava come te a scrivere), di quando ero una giovane e magra, 🙂 pulzella sorrido, quanto ero ingenua, mamma mia, un bacione cara amica e buon weekend, neve e pioggia da me, oggi pero’ una spruzzata di sole, 🙂

    • Non eri giovane, SEI GIOVANE, e la ciccina in più è sexy, senza contare che quella va via. Calcola, poi, che gli anni forse portano una ruga, divina e attraente, ma non scalfiscono un cuore, bello e accattivante pure a 103 anni. Buon fine settimana a tutti voi… Baciotto. Carla

  3. Che bello questo pezzo Carla!
    Rileggo spesso anche io quello che scrivevo da ragazza, poi da giovane donna…diari, fogli, e disegni….Scopro ancora qualcosa che non conosco di me e mi piace o mi fa ridere o mi soffermo a pensare se sono stata proprio io a farlo.La cosa che non è cambita in me è la voglia di esprimere, con qualsiasi mezzo, tutto ciò che mi interessa, la vita che vivo. Perchè la amo molto stà vita. E questo mondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...