Nulla è scontato!

Da piccoli, quando il mondo gira ad una velocità che non sappiamo calcolare e non abbiamo ancora sviluppato i mezzi idonei ad assimilare ed elaborare quanto ci avvolge, diamo per scontate il 90% delle cose. La famiglia ci amerà comunque, perché ne facciamo parte, la vita avrà il sapore di qualcosa d’immutabile ed eterno, nessun sogno sarà irrealizzabile! Tolti gli affetti stretti, l’amore che lega genitori e figli, i fratelli (e parlo di rapporti sani), ben poche di tutte quelle fantasie risulteranno vere. Si ameranno un padre ed una madre, anche se assenti, non per quel che sono ma per quel mito immaginario creato dal cuore per non soffrire, si continuerà ad idolatrare un figlio menefreghista e sfruttatore, in totale miopia, con negli occhi il solo ricordo del batuffolino che correva per casa, si perdonerà l’incoscienza e crudeltà di un fratello o una sorella, perché sangue del nostro sangue. La verità si conosce, sempre, e si nega! Nei rapporti non proprio corretti, vittima e carnefice saranno sempre consci del proprio ruolo e ciascuno, continuerà a tacere, ad insabbiare ogni eventuale problema. Nulla è scontato, nulla è matematicamente certo, i sentimenti, per non fossilizzarsi e tramutarsi in una tolleranza targata TVB (quante volte cambiamo il nome di ciò che ferisce, pur sapendo che la sostanza resta quella?), hanno bisogno di ossigeno, acqua limpida, sole, di affondare le radici in un terreno fertile e non nella melma. L’agnellino stanco delle sopraffazioni, in uno slancio di rabbia e coraggio, può voler iniziare ad assaporare i vantaggi dell’esser lupo! Ho la consapevolezza di essere stata dalla parte di chi, soventemente, veniva pressata, non incutendo alcun timore e con i silenzi ed i “Si, ok!” d’aver alimentato il gioco, non riuscendo a far capire che la disponibilità ad oltranza non è una forma sana di rincoglionimento! Non ho mai desiderato di invertire le parti, di risvegliarmi rullo compressore e, come in un film di Dario Argento, godere nel vedere zampilli di sangue che imbrattano tutto, quanto di stabilire una linea di confine ed innalzare una protezione di filo spinato. Vuoi accesso? Chiedilo cortesemente, senza pretenderlo, e metti in conto anche un possibile “Attendere, prego!” o “Spiacente, non è fattibile!”, evitando incursioni barbariche! Il mio micro universo non è zona pic nic, non lo è mai stato, con l’operatore ecologico che poi ripulisce i resti dei bivacchi. L’amore non  è un bancomat! Soprassedendo mi sono vista rosicchiare la vita, una vita che, per grazia ricevuta, si è rigenerata …

Carla

 

Annunci

5 thoughts on “Nulla è scontato!

  1. Proprio ottime osservazioni, del tutto leopardiane, il pessimismo cosmico , con una tinta di araba fenice, giusto per non lasciarsi andare alla totale assenza di essenza.
    Devo dire che una persona realista, generalmente è’ sensibile e generosa, ti conosco poco, ma da come scrivi, credo che tu abbia doti evidenti e che non lesini aiuti a chi te li chiede.
    Dimmi se sbaglio?
    Un sorriso
    Giancarlo

    • Mi lasci di sale, giuro! Hai a che fare con la psiche? Se sono io, questa volta, a non aver fatto centro, sei il destinatario di un dono prezioso: LEGGERE anche dove le parole mancano. Buon sabato. Carla

      • Non si leggono le parole, ma gli intenti dietro le parole.
        Ogni discorso che noi facciamo ci descrive, ma descrive il nostro vissuto, non quello che vorremmo, anche ciò che viene taciuto non si può nascondere, come uno sguardo disincantato, o spaventato, si nota anche oltre le lenti a specchio.
        Ho scritto un romanzo, non un saggio, un vero romanzo circa le difficoltà di comprendere le ragioni dell’altro e devo constatare che la cosa è molto comune, nonostante quel gran parlare di “empatia”, parola ormai abusata.
        Un abbraccio
        Giancarlo

  2. Whau! Niente è scontato, neanche l’amore, neanche il donarlo o riceverlo. Niente è scontato, ma spesso ce ne dimentichiamo, dimentichiamo che ci può essere “…“Attendere, prego!” o “Spiacente, non è fattibile!”…” e allora tentiamo di prendere con forza e questo può distruggere l’altro. Ma ce la possibilità di rinascere dopo la distruzione e chi ha l’animo forte, generoso, caparbio lo fa. E lo fa con la speranza che nessuno pensi ancora che tutto sia scontato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...