Una vecchia canzone

Fa uno strano effetto riascoltare una vecchia canzone, soprattutto se non fa parte di uno dei nostri CD ed arriva all’improvviso da una radio, magari dopo un brano recente e stra-ballato in discoteca o canticchiato ovunque perché decisamente orecchiabile. Il ritmo di quelle note, ormai superato, riesce, in qualche modo, ad inchiodare il presente per una manciata di minuti, consentendo ai ricordi di riemergere con frizzante prepotenza, di far saltar fuori da un cassetto impolverato, “aromi” lontani che sanno di “buono”. La memoria mette a fuoco la torta della nonna, il giardino con un pesco carico di frutti da staccare e pulire su una vecchia maglietta, il profumo della mamma con le sue braccia aperte fuori dal portone della scuola, il cinema o il teatro con papà, la prima cotta. I 15 anni tanto problematici e nel contempo così belli che si trasformavano in un calvario, paragonati alle situazioni romantiche del film “Il tempo delle mele” dove Pierre Cosso sembrava il ragazzo più attraente del mondo, un vero tormento se si ascoltava attentamente il testo della canzone “Serenella” di Alberto Camerini. Che dire dei giorni da aspiranti maggiorenni, tutti mini vertiginose, lucidalabbra alla frutta, smalti dai colori allucinanti, pettinature riesumate dagli anni 60, pane, Duran Duran e Wham! La musica come colonna sonora dei momenti che passano una volta sola e non tornano più, a fare da cornice a quel primo bacio tanto desiderato … e chi se lo scorda Franco Battiato!

Carla

Annunci

14 thoughts on “Una vecchia canzone

  1. Non sono italiana, ma mi piace molto Franco Battiato, a volte penso lui non è di questa terra le sue canzoni sono come suggestioni alla propria mente… Pif

      • sono austriaca… allora madre lingua tedesca, ma adoro la lingua italiana… potrei pure scrivere un blog in tedesco, ma mi sento più vicino alla lingua italiana… sono qui in italia dal 93 😉

      • Scrivi in modo impeccabile, complimenti davvero … Il tedesco per me è difficilissimo ….. Per un anno ho studiato arabo, qualche anno fa, ho la voglia di riprendere, mi piace un mondo lo scrivere al contrario e con segni per noi parecchio strani. Baci

  2. Troppo belli i ricordi, pensa che io mi ricordo di quando, ragazzina, 14 anni, sono piu’ vecchia di te mi sa, andavo in piscina e c’era una canzone che faceva cosi’, luglio con il bene che ti voglio, l’amore portera’, ahahhaha, mamma mia, son ben vecchietta, baci Carla, che buono il profumo della mamma!!!!!

  3. Splash! Un tuffo nei 15 anni, il tempo delle mele camerini (ma Serenella proprio non la ricordo, anche se sono andata ad ascoltarla su you tube) e battiato. La PRIMA COTTAAAA mio dio c’è stata anche la Prima cotta… e se sopravvivi alla prima cotta… si può sopravvivere a tutto il resto, no? 🙂

  4. Carla! Mi fai commuovere! Mi hai riportato in un colpo all’infanzia, odori dimenticati, colori che si rifanno vivi nella mente, persone care che non ci sono più, una diversa epoca…e le canzoni, le canzoni che segnano i nostri momenti e contengono le nostre vite! Grazie del bel regalo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...